LOVEThESIGN punta agli Stati Uniti

Chiara
20/10/2014

Il sito di e-commerce LOVEThESIGN dedicato all’arredamento made in Italy si conferma una startup di successo che punta all'apertura negli Stati Uniti per il 2015

LOVEThESIGN punta agli Stati Uniti

La startup italiana allarga il proprio mercato
Il sito di e-commerce lovethesign.com dedicato all’arredamento made in Italy si conferma una startup di successo.

I 3 fondatori Simone Panfilo, Laura Angius e Vincenzo Cannata, che a fine 2012 hanno sposato l’ambizioso progetto di portare il design tricolore nelle case degli italiani con un semplice click, sono un esempio di giovani che ce l’hanno fatta a creare una realtà  imprenditoriale di successo nonostante i tempi di crisi: basti pensare che gli articoli venduti su LOVEThESIGN tra gennaio e settembre 2014 sono oltre 40mila.

La piattaforma vanta partnership con oltre mille brand, che includono sia grandi nomi internazionali sia piccole realtà artigiane e designer autoprodotti.

Da questo mese anche lo storico marchio piemontese Alessi è entrato a far parte della famiglia di prodotti venduti sul sito. Tra le new entry d’eccellenza più recenti si contano poi Fontana Arte, Magis, Flos e Mdf Italia.

Una pagina del portale LOVEThESIGN

Se a un anno dalla nascita la startup milanese ha superato i confini dello Stivale, inaugurando il suo sito in lingua inglese lovethesign.com/eu/ e aprendo le porte alla vendita di arredi e complementi di design su gran parte del territorio europeo, a due anni di distanza LOVEThESIGN punta gli occhi oltreoceano pianificando l’apertura negli Stati Uniti per il 2015.

“Dopo l’Italia e l’Europa, gli USA rappresentano lo sbocco naturale per esprimere globalmente la nostra filosofia di eccellenza e diffusione del design originale italiano. In un certo senso miriamo a diventare l’Eataly di questo settore storico della creatività”, spiega Laura Angius, co-founder.

Il team LOVEThESIGN