Louis Vuitton in caduta libera. I profitti sono in negativo, le previsioni anche

Lunedì Louis Vuitton ha affermato che il suo flusso di entrate, dimostratosi resistente durante la prima metà 2020, non coincida con i profitti

Lunedì, la società francese Louis Vuitton ha affermato che il suo flusso di entrate si è dimostrato resistente durante la prima metà dell’anno, ma che i profitti invece sono stati una storia diversa. I primi due trimestri del 2020 hanno visto l’utile netto di LVMH portare all’incredibile 84% a $ 612,29 milioni. Qualcosa che l’operazione attribuisce principalmente alle chiusure di boutique estese durante il blocco. E quella cifra è molto al di sotto delle stime degli analisti che si aspettavano un recupero più solido. “Non credo che abbiamo mai visto un allineamento così perfettamente negativo dei pianeti contro di noi”, ha dichiarato il direttore finanziario di LVMH Jean-Jacques Guiony durante una chiamata in conferenza. “Il mese di giugno è stato significativamente migliore e luglio vedrà sicuramente qualche miglioramento rispetto a giugno”.

Louis Vuitton in caduta libera

Questo aumento delle vendite è in gran parte dovuto alla riapertura della Cina ed è stato sostenuto dalla più recente riapertura dei negozi in Europa. Anche se la mancanza di dollari turistici rimane una preoccupazione significativa per l’azienda. La gravità delle perdite di LVMH può essere dovuta, in parte, alla sua organizzazione. La società è integrata verticalmente: possiede la maggior parte dei suoi fornitori, produttori e persino singoli negozi. Questo modello è preferito dal CEO Bernard Arnault per il livello di controllo che offre su ogni aspetto del business. Normalmente un vantaggio, questa organizzazione si è rivelata uno svantaggio all’inizio della pandemia. Il motivo è che LVMH non ha potuto ridurre i costi tagliando gli ordini a società terze. “Produciamo all’interno e quindi abbiamo sofferto di una mancanza di assorbimento dei costi fissi”, ha detto Guiony al Wall Street Journal.

Anche se le vendite di Louis Vuitton potrebbero aver avuto problemi in determinate categorie, la casa storica nota per i suoi articoli in pelle è rimasta uno dei migliori di LVMH, insieme all’altro gioiello della sua corona, Dior. “Quando vedo la quantità di attività che siamo stati in grado di generare negli ultimi sei mesi sulla nostra piattaforma di e-commerce, penso che ci sia un futuro per queste piattaforme per generare una quantità significativa delle vendite globali e essere un canale di distribuzione reale e genuino, accanto al mattone e malta “, ha detto Guiony al WWD.

Custodia AirPods is the way: da Gucci a Dior passando per Vuitton

Avatar

Written by Erika Barone

Jeff Bezos, l'ex moglie MecKenzie ha donato 1,7 miliardi di dollari. Ecco perché

Jeff Bezos, l’ex moglie MacKenzie ha donato 1,7 miliardi di dollari. Ecco perché

Bellezza al naturale: quest’estate 2020 le star si mostrano senza make-up