Lonely Planet fa 40 anni

Due libri per festeggiareSono passati 40 anni da quando Tony Wheeler e la moglie Maureen partirono da Londra a bordo di un’auto mal messa e con pochi soldi in tasca, decisi ad arrivare con ogni mezzo in Australia.

Da quel viaggio, figlio dell’infatuazione per i misteri dell’oriente della cultura hippie, nacque un diario che sarebbe poi diventato Across Asia On The Cheap, la prima guida Lonely Planet.

Da allora le edizioni si sono susseguite, comprendo sempre più mete e fornendo una quantità sempre maggiore e più varia di informazioni ai viaggiatori.

Oggi la collana Lonely Planet è una delle più complete e attendibili della categoria, come testimoniano i milioni di viaggiatori che si sono affidati e ancora si affidano ai consigli contenuti nei vari volumi che la compongono.

Per festeggiare i 40 anni dalla prima pubblicazione, e i 20 dalla prima edizione in italiano, torna in libreria proprio il capostipite della fortunata serie, arricchita da un’introduzione scritta da Lorenzo Cherubini, Jovanotti, che propone una riflessione molto interessante sul tema del viaggio, della scoperta del nuovo e del diverso da noi, ma anche della riscoperta di se stessi.

Grandi Viaggi Lonely Planet

Insieme alla riedizione di Across Asia On The Cheap, Lonely Planet propone un secondo volume celebrativo, dal titolo Grandi Viaggi.

Come facile immaginare a partire dal nome, il libro contiene itinerari per tutti i gusti e per tutte le tasche nei più diversi e suggestivi angoli del pianeta, alcuni ispirati alla storia stessa del viaggiare, come una riproposizione del Grand Tour, tipico dei gentleman europei del settecento, il passaggio a nord-ovest, la mitica Route 66 o il lussuoso Orient Express.

Non mancano poi le suggestioni di natura letteraria, come i viaggi di Marco Polo, l’Odissea di Omero o il Giro del mondo in 80 giorni di Verne, che da sempre ci portano in luoghi lontani, sconosciuti e fantastici, con il mezzo di trasporto più bello e veloce che sia mai esistito: le ali della fantasia.

Avatar

Scritto da Redazione

Lusso in crescita nel 2012

Titanic II