London Fashion Week PE 2014, sabato

Cosa abbiamo visto in passerella

La seconda giornata della London Fashion Week ha visto, tra i protagonisti assoluti, la collezione primavera estate 2014 di JW Anderson.

Gremita di nomi interessanti la giornata di sabato è stata un susseguirsi di sfilate e presentazioni degne di nota, vediamole dunque una a una.

Sister by Sibling, maison capitanata da Joe Bates, Cozette McCreery e Sid Bryan, si lascia ispirare dallo straordinario look delle casalinghe anni ’50 modernizzando le mise con tocchi frizzanti e assolutamente pop.
Via libera a vivaci twin set declinati nei toni del limone, lavanda e rosa confetto, da indossare con gonne a matita e poi ancora cappotti e abiti a trapezio, tailleur e gonne di maglia. I cardigan e i vestini si impreziosiscono con fiori di seta in 3D e le giacche hanno un sapore couture. Non mancano tinte forti come il rosso e la stampa leopardo fino al beachwear da portare con pantaloni o gonne a ruota, o sotto a micro pull con scritte irriverenti.

E’ Seventies la primavera estate 2014 by Holly Fulton. Il denim, come tessuto o come colore, fa da fil rouge alla prima parte delle collezione lasciando poi spazio a seta leggera, sughero e organza.
Non mancano le stampe caratteristiche della maison con disegni geometrici declinati con una palette di colori pastello alla quale la designer affianca stampe e colori accesi come gli arancioni, i rosa e i rossi.
Gli outfit, pensati per essere glamour ma allo stesso tempo portabili, alternano camicie in seta, tailleur e vestiti fluidi, abiti da cocktail senza spalle, bomber e gonne con inserti in sughero. Tanti e iconici gli accessori.

Very British la collezione portata in scena dal brand Whistles.
Portabilità e modernità convivono in mise naturalmente eleganti. Top corti di cachemire da indossare con pantaloni a vita alta, abiti salopette e giubbini, gonne svasate sotto il ginocchio e felpe over.
Il bianco e nero convive con tinte pastello rosa, verde menta, superfici metalliche o movimentate da raffia o piume fino all’utilizzo di stampe astratte.

Se David Koma si lascia ispirare da arti marziali e pratiche zen portando in passerella capi che avvolgono il corpo come armature giapponesi per House of Holland la primavera estate 2014 deve essere all’insegna del divertimento.
Ecco dunque calcare la passerella modelle con abiti da cocktail dalle stampe cangianti e dagli abbinamenti non convenzionali.

Ashish rende omaggio alla globalizzazione con una collezione primavera estate 2014 dedicata a due miti come: Coca Cola e Michael Jackson. Da capi-logo, t-shirt ma anche pantaloni e abiti, ai mocassini scintillanti in paillettes, non manca proprio nulla. Come sempre importante il lavoro sul denim e con il denim e non manca il messaggio finale all’insegna del “Volemose Bene” con i due modelli che escono tenendosi per mano.

Sulle passerelle della London Fashion Week, e nella nostra gallery, anche: Orla Kiely, John Rocha, Julien Macdonald, Mark Fast e Richard Nicoll.

Avatar

Written by Francesca

Abramovich, 2 milioni per Lady Gaga

Cersaie 2013