London Fashion Week PE 2014, martedì

Cosa abbiamo visto in passerella
Londra passa il testimone a Milano.

In attesa di scoprire le anticipazioni della primavera estate 2014 in passerella nel primo giorno della settimana della moda meneghina, ecco il meglio dell’ultimo giorno della London Fashion Week.

Se Emma Cook ha unito le classiche stampe hawaiane dai colori brillanti e quasi fluo con la tradizione british, tra check e golf bon ton, Thomas Tait ha portato in passerella il suo universo minimalista e couture con tocchi stravaganti su una tavolozza total white.

Simone Rocha, invece, si è rifatta alle sue radici irlandesi attingendo ai colori malinconici del paesaggio e alle tradizioni cattoliche della costa occidentale dell’isola, la regione selvaggia di Connemara.
Alludendo alla frequentazione delle chiese, per messe e funerali, Rocha ha lavorato per lo più sul bianco e sul nero con flash di muschio verde e oro, a ricordare i colori della sua terra.
La silhouette è classica con abiti strutturati e gonne ampie ricoperte di pendenti e volant.
Le perle fanno capolino su colletti, polsini e chiffon, conferendo un tocco moderno.
L’influenza di Rei Kawakubo, l’eccentrica designer giapponese di Comme des Garçons era evidente, soprattutto nel finale, in cui le modelle indossavano abiti casti con la testa ricoperta di tulle.

Abbandonati i tacchi a spillo, a Londra è andata in scena la collezione per la prossima estate di Adidas by Stella McCartney, un trionfo di colore, dal vitaminico arancione e il giallo, al verde chiaro e il rosa pastello, passando per il blu e il rosso.
La designer inglese non vuole che le donne sacrifichino il loro stile per lo sport, e per questo, ha pensato a costumi per il nuoto sincronizzato con tagli geometrici intorno al diaframma e tute di yoga di rete traspirante.
Le giacche per tutti gli sport sono state realizzate in doppia maglia con cerniere a doppio senso, oppure con pannelli di neoprene.
Molti dei prodotti della linea sono stati realizzati a emissioni zero e stampati con metodi di iniezione a secco che quindi non richiedono acqua.

Nella gallery anche gli outfit più belli delle collezini PE 2014 di Clements Ribeiro, Thomas Tait, Fashion East, Emilio de la Morena, Meadham Kirchhoff, Maria Grachvogel e Lucas Nascimento.

Avatar

Written by Monica

Léon Foucault, il doodle

Miele, elettrodomestici di successo