London Fashion Week AI 2014-2015, giorno quattro

Il meglio visto in passerella
Mentre a Milano ha preso il via in queste ore la kermesse dedicata alle anticipazioni della moda donna per l’autunno inverno 2014-2015, ecco che ci resta da vedere da vicino il meglio delle collezioni presentate a Londra.

Dopo un weekend ricco e stimolante dal punto di vista creativo la London Fashion Week ha regalato a byuers e addetti ai lavori una quarta giornata davvero interessante.

Primo a salire in passerella Antonio Berardi, che è rimasto fedele alla sua anima sensuale per la sua donna vampiro della prossima stagione fredda, anche se ha fatto a mano di pelle e trasparenze, suo marchio di fabbrica.

Il designer italiano ha focalizzato la sua attenzione sulla vita, sottolineando una silhouette a clessidra grazie alla costruzione architettonica degli outfit che si trasforma in pepli su cappotti, gonne e giacche corte.
Il colore principe della collezione è il nero, impreziosito con flash di tonalità gioiello come l’ametista e lo smeraldo e da applicazioni brillanti.
I tessuti, come sempre, danno ai vestiti di Berardi un’allure luxury: ecco jacquard trapuntato, ricami dipinti a mano, un gros-grain scultoreo nero di seta, scintillante lamé verde e una maglia larga plastificata.
Ai piedi i cuissards realizzati in collaborazione con Rupert Sanderson.

Se il culmine della sfilata di Christopher Kane sono gli abiti da cocktail decorati con fogli di organza che evocano le pagine di un libro aperto e il debutto della sua linea di borse, Erdem ha presentato una collezione barocca ricca di decori e di tessuti come pizzo, velluto, raso, tessuti metallici e jacquard resa giovanile e spensierata dalle sagome semplici, femminili e dolci.

Per l’autunno inverno 2014-2015 di Burberry Porsum, Christopher Bailey si è ispirato al gruppo degli artisti di Bloomsbury.
Davanti ad uno stuolo di celebs, tra tutti Harry Styles e Bradley Cooper, ecco in passerella un trionfo di colori e fiori e di maestria con capi tutti decorati a mano.
Il motivo floreale è protagonista su tutti i capi così come quello geometrico dal piglio etnico, in particolare su morbidi foulard o appoggiati sulle spalle, o stretti al collo, ora chiusi in vita come una cintura.
Spazio a leggeri abiti caftano o di pizzo, montoni, pellicce dalle tonalità del marrone e del verde bosco, vestiti di pizzo e poncho-coperte nell’iconico check monogrammate.
Con Paloma Faith dal vivo, accompagnata da violini, hanno sfilato le modelle del momento e volti della maison inglese, come Suki Waterhouse, Edie Campbell e Cara Delevingne.

Peter Pilotto e Christopher De Vos, freschi vincitori del Bfc/Vogue fashion fund, sono celebri per la scelta di colori saturi, la realizzazione di forme strutturate e la predilizione per le stampe multicolor, e anche per l’autunno inverno 2014-2015 non tradiscono in una sorta di mix originale ed esplosivo.

Con in passerella Cara Delevingne e la sorella più giovane del clan Kardashian, Kendall Jenner, Giles Deacon porta in scena alla London Fashion Week la sua collezione dedicata al lato più oscuro, malinconico e macabro della natura. Nella stampe, spuntano ragni e colibrì immersi tra roci tridimensionali. Il tartan viene rivisitato in mohair verde acido, i capispalla sono in pelle effetto coco e i maglioni oversize sono da portare come mini dress.

Tom Ford ha detto di essersi ispirato “ancora una volta, sono gli anni ’60 e ’70” e di aver sbirciato, “nelle retrospettive del fotografo David Bailey” per la sua collezione AI 14-15.
Lunghi abiti di velluto a mo’ di tuniche si alternano a gonne a tubino profilate di pelle, cappotti animalier e pellicce colorate (uno dei pochi sprazzi di colore di una collezione quasi totalmente improntata sul nero) da abbinare alle maglie di football americano di paillettes, camicie di seta e sottilissimi pantaloni tuxedo.
Ai piedi un paio di stivali stile camperos dal mood texano.

Lunedì 17 febbraio sono saliti in passerella anche: Roksanda Ilincic, Issa, David Koma, Michael van der Ham e Thomas Tait.

Nella nostra gallery tutto il meglio della quarta giornata di London Fashion Week.

Written by Francesca

Brand Finance 2014

Dolce, il nuovo profumo D&G