L’eleganza e la classe del parquet

Il nuovo nato in casa Listone Giordano

Oltre alla bellezza, ha alti contenuti tecnici il nuovo parquet Corona Single 90, che va unirsi al precedente Corona Single 70.

Realizzato in essenza Rovere, Doussié Africa, Iroko e Tek Asia, è un parquet dalle dimensioni ampliate rispetto al suo predecessore: 90 mm di larghezza con lunghezze fino a 1200 mm, in sintonia con le nuove tendenze orientate sempre più verso plance sempre più importanti.
Racchiude in sé l’essenza della tecnologia due strati ed è disponibile nella finitura Xplus: una verniciatura composta da 8 strati di vernici acriliche senza solventi, specificamente studiate per ottenere le migliori prestazioni in fatto di resistenza all’abrasione superficiale, elasticità del film vernice, ancoraggio al legno e trasparenza, che conferisce al parquet un aspetto satinato opaco.

La tecnologia a due strati è dovuta alla presenza di un monolama con supporto in legno multistrato di betulla e incastri eseguiti con precisione. Ciò permette di ottenere liste di grandi dimensioni, al tempo stesso flessibili e indeformabili.

É stato risolto il problema della stabilità, che viene assicurata dalla realizzazione di ogni singolo elemento in due strati entrambi in legno: uno superiore costituito da essenze pregiate e uno di supporto, tecnologicamente più complesso, al quale è delegata invece il compito di stabilizzare il pavimento, bilanciando così in modo efficace i movimenti del legno. Quest’ultima parte è costituita da legno multistrato di betulla a fibre incrociate, profilata lateralmente a formare incastri che conferiscono una perfetta planarità al pavimento fin dal momento della posa, trasmettendo compattezza e bellezza ed evitando le operazioni di levigatura e verniciatura. Lo spessore dello strato a vista risulta pertanto interamente utilizzabile, cioè più volte rilevigabile, vantaggio questo da non sottovalutare pensando alla durata nel tempo.

www.listonegiordano.com

Avatar

Written by Redazione

Pomodoro protagonista dell’estate emiliana

Tra romantico e barocco