Lipofilling, più giovani in estate con le staminali

Basta mezz’ora per preparare la pelle al sole

Chi vuole eliminare le rughe di troppo in vista dell’estate e preparare la pelle allo stress del sole, ha a disposizione un trattamento che utilizza le cellule staminali, il Lipofilling.

Le staminali non sono più solo il futuro della chirurgia estetica: sono il presente”. Parola di Alessandro Gennai, chirurgo plastico socio dell’European Academy of Facial Plastic surgery (Eafps), che da circa un anno ha modificato la tecnica utilizzata per preservare le cellule staminali negli interventi di lipofilling. “Ho eseguito già numerosi interventi, con risultati ottimi e senza effetti collaterali. Per questo posso affermare che il lipofilling è la soluzione migliore per chi vuole eliminare qualche ruga di troppo in vista dell’estate. Dura 30 minuti, si esegue con anestesia locale, bastano due o tre giorni di convalescenza e non ha controindicazioni”.

Il lipofilling, che può essere eseguito da solo o insieme al lifting endoscopico, consiste nel prelevare tessuto adiposo da una parte del corpo con una sottilissima cannula, prepararlo per evitare la rottura degli adipociti e garantire la conservazione delle cellule staminali, e quindi con una cannula sottilissima iniettarlo nel tessuto del viso per ridare volume e tono.

L’apporto di staminali rigenera la pelle, rendendola più bella e vitale soprattutto in vista dell’estate, il periodo dell’anno in cui l’epidermide è più stressata per le prolungate esposizioni al sole” – spiega il dottor Gennai -. “Nel tessuto adiposo sono presenti numerose cellule staminali, capaci di differenziarsi in adipociti, o in altri tipi cellulari qualora sia necessario. Diversi studi hanno dimostrato che le staminali normalmente presenti nel tessuto adiposo rendono il lipofilling più efficace, migliorando l’attecchimento del tessuto adiposo e la qualità della pelle del viso, che appare più liscia e luminosa, in altre parole più giovane. Recenti studi ipotizzano inoltre che le cellule staminali stesse siano le uniche ‘responsabili’ anche dell’effetto di riempimento del lipofilling, mentre gli adipociti vengono riassorbiti totalmente. E ancora, come dimostrato da Coleman, il ‘padre’ del lipofilling, il tessuto adiposo impiantato risulta, dopo un certo tempo, indistinguibile dai tessuti normalmente presenti nel sito di impianto, garantendo un risultato fisiologico impossibile da ottenere con altri filler”.

L’intervento di lipofilling dura 30 minuti e si esegue in anestesia locale in regime di day hospital. Se associato al ringiovanimento del volto in endoscopia, può richiedere l’anestesia generale. I tempi di recupero per il solo lipofilling sono di circa 48-72 ore, se associato all’endoscopia di 7-10 giorni.

Avatar

Written by Redazione

Vasca idromassaggio portatile da Hammacher Schlemmer

Umidificatori Petrof