Leonardo alla National Gallery

Redazione
14/11/2011

Leonardo da Vinci: Painter at the Court of Milan è in scena alla National Gallery di Londra dal 9 novembre 2011 al 5 febbraio 2012 e omaggerà Leonardà solo come pittore

Leonardo alla National Gallery

La mostra della settimana
Da pochi giorni a Londra è stata inaugurata una delle mostre più attese dell’anno con prestiti internazionali sensazionali.

Si tratta di Leonardo da Vinci: Painter at the Court of Milan (Leonardo da Vinci pittore alla corte di Milano) in programma alla National Gallery dal 9 novembre 2011 al 5 febbraio 2012 e presentata come l’esposizione più completa dei dipinti di Leonardo.

Il grande personaggio toscano è visto non come inventore, scienziato o disegnatore, ma per la prima volta esclusivamente come pittore.
È analizzato il suo studio della forma umana finalizzato alla perfezione artistica, in particolare alla sua attività svolta alla corte degli Sforza, dal 1482 all’invasione francese del 1499.

Questa rassegna raccoglie quindi capolavori che difficilmente si potranno ammirare ancora raccolti in un unico luogo.

Nove i dipinti di Leonardo esposti. Per capire l’eccezionalità della mostra basti pensare al fatto che il genio italiano ne realizzò una ventina, di cui solo quindici sono arrivati ai nostri giorni.
Assieme a questo importante nucleo di opere anche una cinquantina di disegni, di schizzi, di opere degli allievi.

Salvator Mundi di LeonardoIn esposizione uno dei quadri più celebri e importanti di Leonardo, La Vergine delle rocce, per la prima volta in entrambe le versioni esistenti a confronto, quella della National Gallery, da poco restaurata, e quella del Louvre.
Accanto a questo lavoro ecco La Dama con l’Ermellino del Museo Nazionale di Cracovia, La Vergine col Bambino dell’Hermitage di Sanpietroburgo, San Girolamo dei Musei Vaticani, La bella ferronniere e Ritratto di una donna del Louvre e l’unico ritratto di uomo da lui dipinto, Il Musico della Veneranda Biblioteca Ambrosiana.
E ancora Salvator Mundi, un’opera da poco attribuita a Leonardo con certezza, dopo essere scomparsa per più di due secoli ed essere arrivata in mano di privati per 58 sterline.

Dell’affresco dell’Ultima Cena di Santa Maria delle Grazie è esposta la copia a dimensioni reali dipinta a olio all’inizio del Cinquecento dal suo allievo Giampietrino, di proprietá della Royal Academy di Londra.
Grande assente La Gioconda.

Incredibile anche la cifra sborsata per assicurare contro il furto questi nove capolavori: oltre 1,7 miliardi di euro.
Per Leonardo da Vinci pittore alla corte di Milano sono state disposte, inotre, straordinarie misure di sicurezza.
Sarà, infatti, limitato il numero degli ingressi: solo 180 persone potranno entrare ogni mezz’ora.
Gli orari di apertura sono stati ampliati alla sera per permettere al maggior numero possibile di appassionati di visitare la mostra.
I biglietti sono acquistabili via internet.

www.nationalgallery.org.uk