L’emiro del Qatar entra in Tiffany

Come primo azionistaL’emiro del Qatar, Hamad bin Kalifa al-Than, attraverso il fondo sovrano Qatar Holding, ha acquisito il 5,19% di Tiffany, diventando così il primo azionista.

L’operazione, resa nota di recente dell’autorità della Borsa americana Sec, risale allo scorso 30 dicembre 2011.

Il fondo qatariota, che ultimamente aveva fatto parlare di se per un probabile interessamento nel complesso turistico della Costa Smeralda, rafforza così la propria posizione nel settore del lusso, dove può già vantare una partecipazioni in LVMH e la proprietà dei grandi magazzini Harrods.

Qatar Holding non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale a proposito dell’operazione, che si stima possa aver richiesto un impegno finanziario vicino ai 440 milioni di dollari.

Written by Redazione

Il Ritz di Parigi si rifà il look

Gucci alla conquista della Cina