Le torri rotanti di Dubai e Mosca

L’architetto israeliano David Fisher ha ideato grattacieli ecologici in grado di sfruttare l’esposizione più favorevole durante la giornata. Le torri verranno costruite entro il 2010
È nata la Rotating Tower, un progetto architettonico, costruttivo ed energetico unico, che vedrà sorgere due grattacieli rotanti entro il 2010 a Dubai e Mosca.

L’idea è nata da un’idea dell’architetto israeliano, ma italiano d’adozione, David Fisher, che, dopo aver ammirato Manhattan dall’appartamento di un amico, ha intuito che per sfruttare al massimo una buona posizione si può costruire una torre che ruota.

Si tratta del primo edificio al mondo in grado di cambiare la propria forma, con ogni piano che ruota indipendentemente dall’altro, e il primo ad essere prodotto in fabbrica con notevoli risparmi di costi e tempi. La rotazione si attiva  tramite un comando voce, e la velocità di rotazione varia da una a tre ore. Inoltre, è autosufficiente dal punto di vista energetico e produrrà energia grazie a  pannelli solari e turbine eoliche.

Sarà alta 400 metri e avrà settanta piani la torre di Mosca, commissionata dalla Mirax, mentre quella di Dubai avrà ottanta piani e sarà alta 420 metri. Non mancheranno piscine e giardini, nonché ascensori per automobili, in modo da consentire agli abitanti di parcheggiare fuori di casa.

Gli appartamenti andranno da una superficie minima di 124 mq ad una massima di 1200. Se siete interessati all’acquisto affrettatevi: sono già aperte le liste di prenotazione.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Manager a scuola di inglese in Galles

Le Olimpiadi 2008 secondo il lusso