Le sale di Sissi riaprono a Venezia

Il 10 luglio 2012 a Palazzo Reale

Sissi e Venezia.

Un binomio che ci porta subito con la mente alla scena finale del terzo film che vede per protagonista Romy Schneider nei panni della principessa più amata di sempre, Elisabetta di Baviera.

L’ultimo ciak di Sissi – Il destino di un’imperatrice è ambientato proprio nel cuore della Serenissima, Piazza San Marco;  qui gli imperatori austriaci vengono accolti con freddezza dalla popolazione che si scioglie però in un saluto commosso non appena la figlioletta reale corre ad abbracciare la madre.

Ora la città lagunare è pronta a rivivere i fasti dell’epoca grazie all’eccezionale restauro che restituisce al pubblico 9 stanze degli Appartamenti Imperiali d’Austria, quelle che ospitarono proprio la Principessa Sissi, arricchendo ulteriormente il percorso di visita del Museo Correr.

Dal 10 luglio 2012 si potrà rivivere il mito imperiale grazie all’inaugurazione degli  sfarzosi locali del Palazzo Reale di Venezia cha hanno visto passare gli abiti pomposi della bella sovrana, dalla sala delle udienze allo studiolo, dalla camera da letto al delizioso boudoir, alla stanza da toilette.

Occhi puntati sugli arredamenti di lusso restaurati: stucchi e marmorini, camini, porte e infissi, pavimenti, tappezzerie, tendaggi, per non parlare dei decori di Giuseppe Borsato e gli ornati di Giovanni Rossi.

I lavori sono stati promossi e sostenuti dal Comité Français pour la Sauvegarde de Venise attraverso diversi mecenati.

Nella visita veneziana del 1856, ricostruita dalla pellicola diretta da Ernst Marischka che abbiamo citato prima, Sissi risiedette nei bellissimi appartamenti del Palazzo Reale, nella cosiddetta Ala Napoleonica delle Procuratie Nuove in Piazza San Marco.

Le sale di Sissi si preparano a vivere una stagione di nuovo splendore dopo un lungo periodo di abbandono.

Sissi - Il destino di un'imperatrice

Avatar

Scritto da Chiara

Villa Crespi, lusso sul Lago d’Orta

Le diete dei vip