Le Provençal, appartamenti di lusso a Cap d’Antibes con Savills

Savills Residential Italy sarà il riferimento per la clientela italiana interessata alle prestigiose residenze ricavate dal leggendario hotel della Bella Epoque Le Provençal. Leparole di Eleonora Bertorelli

Rinasce il mito del leggendario hotel della Bella Epoque Le Provençal grazie a un progetto, commercializzato da Savills, che mira alla realizzazione di cinquantasei appartamenti super lussuosi accompagnati da una serie di servizi solitamente disponibili solo in hotel extralusso, il tutto arricchito da un panorama eccezionale.

Le Provençal rispecchia pienamente lo spirito di Savills e il suo desiderio di interpretare le nuove esigenze nel settore dell’immobiliare di pregio” dichiara Eleonora Bertorelli, Director-Head of Savills Residential Italy – riferimento per l’Italia del progetto. “Mai come oggi il mercato, sempre più internazionale, richiede qualità e servizi esclusivi per le proprie abitazioni, in qualsiasi parte del mondo, ma anche consulenti in grado di porsi in modo trasparente e corretto. Savills, selezionata dal promotore britannico per  la nota riservatezza, professionalità e specializzazione nel cross border market, commercializzerà le residenze de Le Provençal, che rappresentano una sintesi di quanto di meglio esiste oggi sul mercato immobiliare, in uno scenario unico al mondo.

Costruito dal multimilionario americano Jay Gould nel 1927 Le Provençal, straordinario edificio Art Deco, divenne immediatamente una delle destinazioni alla moda per ricchi americani ed europei, annoverando tra i propri ospiti celebrità dello spettacolo, imprenditori, famiglie reali. Chiuso nel 1976, è stato acquistato nel 2006 dalla famiglia britannica Dennis che ne ha progettato la rinascita.

Gi acquirenti de Le Provencal avranno automaticamente accesso a piscina privata, campi da golf, yacht, tennis club, spa e persino ad uno ski lodge a Courchevel, località sciistica delle Alpi Francesi a solo un’ora di elicottero dalla Costa Azzurra.

Costruiti su una superficie complessiva di 14.640 mq, gli appartamenti potranno avere due, tre o quattro camere da letto (con una dimensione dagli 80 ai 700 mq), ma solo cinque avranno terrazza e piscina privati. Tra questi l’attico più esclusivo, che dominerà l’intera Costa Azzurra e sarà dotato di due ascensori privati – di cui uno interamente in vetro.

Il progetto, curato dallo Studio A di Milano, ha mirato a reinterpretare lo stile Art Deco in chiave moderna, a partire dalla reception, fino alla scelta dei materiali per i bagni e le cucine. Marmo, granito, pietra e onice domineranno le parti comuni e gli appartamenti, arricchiti dai più innovativi sistemi di domotica. Gli acquirenti potranno scegliere tra tre tipologie di materiali per i pavimenti e i rivestimenti dell’appartamento, che verrà fornito dotato di bagni e cucine arredati. La personalizzazione dell’arredo sarà a cura dei proprietari, che potranno tuttavia avvalersi della consulenza dello studio di progettazione de Le Provençal.

Tra le caratteristiche, ecco tecnologie sostenibili ed ecologiche, riscaldamento a pavimento monitorato da un termostato e controllabile individualmente all’interno dei singoli appartamenti, sistema di ventilazione centralizzato per tutti i bagni e le cucine, sistemi informatici tecnologicamente avanzati, sicurezza di alto livello.

Il giardino, opera di un noto architetto paesaggista, costituirà una felice sintesi tra le suggestioni degli anni ’30 e le peculiarità di un moderno giardino mediterraneo.

Le Provençal verrà gestito come un lussuoso hotel di prima classe. Tra i servizi, spa salute e benessere con area fitness, piscina riscaldata, sauna, bagno turco e sala massaggi ad uso esclusivo dei residenti, servizio in camera, simulatore di golf, campo da golf (Le Provençal Golf Course), tennis club (Le Provençal Private Tennis Club), parcheggio privato interrato, parking valet, spiaggia privata dove praticare sport d’acqua e dotata di musica e sushi bar.

Gli acquirenti, che riceveranno le chiavi nel 2010, potranno visionare sin d’ora le diverse soluzioni abitative, la planimetria degli spazi, i rendering e persino i servizi offerti, grazie a un progetto tecnologico innovativo realizzato da iO – la prima interaction design firm per lo spazio fisico – che proietta i contenuti in 3D sulle superfici, e li rende fruibili attraverso semplici gesti delle mani.

Avatar

Written by Redazione

Questa sera vado al Festival

Festival de la Plaisance di Cannes 2008: alcune anticipazioni