Le borse dell’AI 09-10

Dal Mipel, idee Made in Italy e non solo
Milano sposta il suo baricentro di capitale della moda italiana dalla Fiera “vecchia”, dove martedì 3 si sono concluse le sfilate, alla nuova Fiera, la struttura avveniristica in cui mercoledì 4 marzo ha aperto i battenti il Mipel la fiera della pelletteria.

Tre padiglioni interamente dedicati al settore borse e pelletteria in cui espone il meglio del Made in Italy, già riconosciuto come il top durante alla settimana della moda di New York con la mostra fotografica  di Oliviero Toscani dedicata proprio alla pelle conciata al vegetale italiana.

Luxgallery.it è andato a scoprire le nuove tendenze per il prossimo autunno/inverno. Tra i must sia delle grandi maison che delle piccole aziende nostrane, si confermano il pitone e le pellicce arricchiti da un’attenta lavorazione artigianale e decorate con borchie, fiori, frange. Ma c’è anche chi preferisce stupire con linee completamente nuove.

È il caso di Gherardini, la cui collezione, complessa e sofisticata, è ispirata alle suggestioni musicali del jazz, del pop e della musica classica. In particolare, la topica handbag con cerniera a molla, la Dodicidodici, si arricchisce di nuove varianti: Jodler in crosta di camoscio color carminio e piume di pavone, pernice e faraona; Bloom in capra nera con fiore a rilievo; Fur Pop in lapin grey con fili lurex ricamati; Logo Mania in vernice nera.

Il pitone viene proposto nei colori roccia o nero, mentre, novità assoluta, il Progetto “fatto su misura”, per il quale Gherardini realizza, su ordinazione, un modello in vitello personalizzato con una pallette di oltre 14 nuance differenti. Si confermano il classico Bellona in coccodrillo e vitello, la preziosa Plissè in anguilla plissettata rifinita in vitello, il Bubble in  oro e argento.

La novità straordinaria riguarda invece il co-branding con Amazonlinfe, marchio brasiliano di accessori ecologici. Si tratta di una linea completa realizzata con materiali dell’abbigliamento vintage dell’esercito, dai gradi, medaglie e mostrine, fino alle camicie, il cui colletto diventa il bordo di una fashion handbag oversize. In accordo con le fantasie mimetiche, i manici sono TreeTap®, cuoio vegetale ottenuto dall’estrazione del lattice degli alberi della foresta amazzonica e lavorato da oltre 200 famiglie di siringueros che ne ricavano del caucciù, davvero eco-glamour.

Il progetto tra Amazonlife e Gherardini approfitta del 50/mo compleanno della bag e realizza una Dodicidodici Recyled specialissima, in versione militare. Charity e glamour, dato che ogni pezzo è unico essendo creato da foulard e camicie dismesse, e presenta scritte al laser che riportano il messaggio di tutela dei principi umanitari e ambientali.

Una collezione ricca di fantasia anche per Piero Guidi, che al Mipel propone alcune novità assolute per la stagione autunno/inverno 2009-10, rinnovando l’energia e il colore dei mesi estivi. In primis, il nuovo logo in corsivo per la linea Embossed, in testa di moro, davvero chic e romantica.

Ricerca e innovazione a partire dagli inserti in cavallino e finiture oro con  un nuovissimo colore “mud” (fango) per Magic Circus Wild, mentre pochettes, micro bauletti, borse a mano in pelle nera effetto vernice con finiture color oro per il Magic Circus Night, caratterizzato da placche smaltate colorate che raffigurano i personaggi del circo. Ma c’ anche la linea fashion e migno intitolata Missy, il sofisticato allure del raso e dei charms per il Time Soirée e Cloudy.

Una linea trendy anche quella di Braccialini, che per sconfiggere l’inverno propone il tema dei fiori, in nappa con rouches e frangine, declinati in diverse nuance di colore. Spesso lavorate a intarsio e con applicazioni policrome a mosaico tipiche del lavoro artigianale della griffe.

Il mood più entusiasta si trova anche quest’anno nella linea Temi, della quale fanno parte alcuni nuovi soggetti, come l’eschimese con i pinguini, un sorridente pupazzo di neve e un nostalgico cavallino a dondolo, che non rinuncia però ai materiali e ai dettagli preziosi, spesso pelle, camoscio e jacquard arricchiti da pietre e borchiette dorate. Altre due linee caratterizzano la collezione di quest’anno: la Tua, con pietre e strass cuciti a mano su patchwork di velluto,  e Cartoline, 8 modelli per 8 momenti della giornata, dal teatro allo shopping, a una cena romantica al circo, il tutto arricchito da preziose sovrapposizioni di tessuti differenti che rendono queste borse veri oggetti da collezione.

Anche quest’anno, la linea viaggio e business si unisce al marchio Pininfarina Extra per una collezione da “lusso estetico”, in cui l’high tech e l’eleganza si uniscono alla praticità e alla cura dei dettagli, dai riporti in pelle, alle maniglie design telescopiche, i toilet-kit e portabiti spesso rifiniti in pelle nappata nera o testa di moro.  Sono dunque le linee luggage a distinguersi, dal Pininfarina Rigido in policarbonato plus e pelle, al Pininfarina Pelle in morbida pelle bovina a grana cervo, elegante anche per l’organizzazione degli spazi interni.

Più adatta a Lei, la Bric’s Safari Plus con trolley rigidi in policarbonato a stampa cocco e rifiniti in scamosciato con fodera jacquard personalizzata a stampa; e la Linea cerva Lux, una gamma di bauletti, borse e tracolle in pelle stampa cocco con dettagli in pelle effetto vernice.

Per l’eleganza di Lui in viaggio, Artioli propone un porta-scarpe davvero lux, mentre per l’uomo contemporaneo che non rinuncia alla comodità, la tradizione artigiana del marchio fiorentino Chiarugi, propone pezzi unici, come borse da lavoro con tasche multiuso, ventiquattrore di grande leggerezza, borse da viaggio per manager e da weekend, scelte anche dai campioni della nazionale italiana di Decathlon.

Dal mood Mini nasce una collezione completa, dal luggage alla pochette, in cui vengono riproposti i motivi classici del marchio, dalla bandiera  inglese ai pneumatici che diventano comode ruote per i trolley, pensato per essere perfettamente adattabile allo spazio del bagaglio.

Infine, per la donna classica o da gran sera, segnaliamo tre diverse realtà che portano allo stesso concetto: il lusso per lei.

Una grande maison come Mariella Burani conferma le proposte del sua collezione pret-à-porter e realizza forme grandi e morbide ricche di ricami, rivetti e tessuti particolari. I pellami hanno riflessi notturni e sono impreziositi dall’argento invecchiato e dal bronzo.

L’azienda fiorentina Ghibili S.r.l. dimostra la quintessenza del Made in Italy. Dalla fine degli anni ’80, a Fucecchio (FI), Piero e Maura Manzi rifiniscono le materie prime, con un’attenzione al Pitone. Al suo interno, Ghibili ha un proprio laboratorio artigianale dove avviene l’ammorbidimento delle pelli, e la pittura a mano, con il risultato di borse preziose e uniche.

Infine, una delle realtà più presenti al Mipel, quella della pelletteria spagnola. Tra le 28 aziende espositrici, Menbur propone una collezione da gran soiree, contraddistinta da pochette speciali, come una interamente realizzata in madreperla.

www.mipel.com
www.gherardini.it
www.amazonelife.it
www.pieroguidi.com
www.braccialini.it
www.brics.it
www.chiarugifirenze.it
www.mini.com/mini_worldwide/mini_worldwide.html
www.mariellaburani.it
www.ghiblisrl.com
www.menburclub.com

Written by Francesca

Salone di Ginevra 2009: Namir

Luxury Vintage a Vicenza