Laurea non ti temo: il perfetto outfit per il laureando che non deve chiedere mai

La laurea è uno dei traguardi più importanti nella vita di ogni giovane che, dopo anni di notti insonni, pause pranzo passate sui libri e tour de force dividendosi tra lavoro, lezioni, laboratori, stage ed esami, non vede l’ora finalmente di condividere il successo conseguito con la propria famiglia ed i docenti. A prescindere che si tratti di una laurea triennale o specialistica, di ingegneria aerospaziale o design della moda, si tratta di un evento formale, da affrontare con grande serietà, ed è fondamentale sapere che abbigliamento scegliere.

Cresci un po’!

La prima regola è quella di scegliere un abito che si adatti innanzitutto alla tua personalità. Se non ci si sente bene con ciò che si indossa, ci si sentirà per forza di cose fuori luogo e a disagio. Ciò non significa che, per essere a proprio agio, sia cosa buona e giusta presentarsi alla discussione della tesi di laurea in jeans e magliettone con scritta “Versace n’altro litro” (tratto da una storia vera, ndr). Scegliere uno stile troppo casual, sportivo o volutamente irriverente rischia di far pensare che tu non stia dando il giusto valore alla solennità del momento. No categorico, quindi, a felpe con cappuccio, t-shirt, jeans, scarpe da ginnastica e pantaloni troppo casual, a prescindere dalla stagione.

W le linee pulite

Non si sta necessariamente parlando di abiti firmati, costosissimi o estremamente eleganti, ma di semplici completi maschili sobri e dalle linee pulite. Chi non ama omologarsi può eventualmente indossare una cravatta di un colore acceso, dei gemelli o una montatura di occhiali originale, evitando comunque le cadute di stile. Per andare sul sicuro, punta sui colori neutri e classici, come il nero, il grigio e l’intramontabile blu scuro, riservando qualche nota di colore eventualmente solo alla camicia o alla cravatta, evitando in ogni caso i toni chiassosi e fantasie stravaganti. Tra i capi più adatti a chi desidera uno stile distinto ma, al contempo, attuale suggeriamo i completi maschili di Zara, dalla vestibilità contemporanea e dalle linee avvitate.

Spezzato of course!

Si tratta di capi non eccessivamente costosi, che potrai tranquillamente usare anche dopo la laurea per i colloqui di lavoro, esattamente come i completi spezzati proposti da Benetton e H&M, facilmente portabili e non eccessivamente formali, adatti anche a chi non è abituato a vestirsi in modo elegante. Lo spezzato rimane una delle scelte migliori per l’outfit della laurea, in quanto è meno impegnativo e più pratico, e, al limite, consente anche di indossare i mocassini al posto della scarpa classica.

Papillon NO cravatta SÌ

Se decidi di non mettere la cravatta, fai in modo che barba, capelli e unghie siano perfettamente in ordine e di avere una camicia impeccabile, per non correre il rischio di sembrare sciatto. Un ottimo accorgimento consiste anche nel mettere la pochette nel taschino della giacca, un dettaglio che ti renderà subito più elegante. Evita il papillon.

Luxgallery ti consiglia: Tendenze orecchini Primavera/Estate 2019: sì allo chic e no al kitsch

 

Avatar

Scritto da Erika Barone

Chi sono le 4 hairstylist più influenti del mondo e più amate dalle celebrity

Chi sono le 4 hairstylist più influenti del mondo e più amate dalle celebrity

biondeomore

Gli uomini preferiscono le bionde o le more?