L’arte è dialogo tra civiltà

Biennale dell’Arte Contemporanea di FirenzeDal 5 al 13 dicembre 2009 nello storico scenario della Fortezza da Basso è in programma la sesta edizione della Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea di Firenze. 650 artisti provenienti da tutto il mondo esporranno più di 2.000 opere e saranno presenti alla mostra per uno straordinario incontro tra culture, linguaggi e stili diversi. Artisti provenienti da 78 Paesi si incontreranno a Firenze per confrontare le loro tecniche espressive, rintracciare tematiche comuni, esporre le loro opere più recenti.

La rassegna di quest’anno ha infatti come tema il “Dialogo tra le civiltà”,  ribadendo con forza la partecipazione all’omonimo programma delle Nazioni Unite, secondo il pensiero espresso da Kofi Annan: “Io credo che il dialogo sia una opportunità per le persone provenienti da diverse culture e tradizioni di conoscersi meglio fra loro, sia che vivano negli estremi opposti del mondo sia che vivano nella stessa strada”.

Alcuni aspetti che maggiormente colpiscono gli artisti partecipanti alla Biennale sono la confluenza a Firenze di tante esperienze artistiche diverse, l’apertura di un dialogo tra culture lontane tra loro e il semplice nascere di nuove amicizie che sapranno superare la distanza di migliaia di chilometri. Le differenze linguistiche vengono superate dal linguaggio universale dell’arte.

Importanti personaggi saranno ospiti della Biennale, come coloro che riceveranno il premio “Lorenzo il Magnifico alla carriera” 2009: Marina Abramovic e Shu Yong.

Il Comitato Scientifico della Biennale seleziona gli artisti partecipanti nelle categorie di pittura, scultura, grafica, mixed media, installazioni, fotografia e arte digitale. Gli artisti vengono scelti in base al loro talento, senza pregiudizi di stile o di corrente e non vengono inquadrati nell’ottica di rappresentare il proprio Paese. Dalle testimonianze degli stessi artisti è emerso che la Biennale di Firenze è una delle mostre più democratiche, perché lascia agli artisti la scelta delle opere da esporre e ad ognuno lo stesso spazio a disposizione.

Tra gli artisti che hanno ricevuto nelle precedenti edizioni il Premio Lorenzo il Magnifico possiamo ricordare David Hockney, Christo e Jeanne Claude, Richard Anuszkiewicz, Gilbert and George.

Nell’edizione del 2001 il Principe Carlo ha esposto alcuni dei suoi acquerelli. Nel 2003 David Hockney ha tenuto una conferenza sugli strumenti ottici degli artisti del Rinascimento. Nel 2003 i Laboratori di Restauro dei Musei Vaticani hanno portato preziose testimonianze dei loro interventi di restauro sul patrimonio artistico mondiale.

La Biennale è sempre uscita dalle mura della Fortezza da Basso, sede dell’esposizione, coinvolgendo la città di Firenze e il suo comprensorio, con installazioni e sculture come quelle di Casagrande & Rintala, Fred Eversley, Robert Holmes, Mehves Demiren, Virginia Sé, Carole Feuerman, Karin Giusti, Sumio Inoue, Sietze Groenewold, Les Christensen, per citarne solo alcuni, nelle piazze, nei caffé, nelle chiese, nella stazione e nell’aeroporto di Firenze.

Eventi collaterali, conferenze e performances animano i giorni della Biennale, che ha richiamato nell’ultima edizione oltre 10mila visitatori. Ogni giorno della Biennale è contrassegnato da eventi collaterali come le conferenze tenute in passato da R.B. Bhaskaran, Gregorio Luke, Paul Lorenz, Mario Luzi, David Rubin, Rosa Tejada, Maurizio Vanni.

Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea di Firenze
Fortezza da Basso Firenze – 5-13 dicembre 2009 – ore 10-20 – info: 0553249173
biglietti 10 euro, ridotti 8 euro
Per ulteriori informazioni www.florencebiennale.org

Avatar

Written by Redazione

Audrey Hepburn all’asta da Sotheby’s

Chanel e la rivista