L’arte da indossare di Casati Tomasini

Gioielli nati dall’unione del design e della moda
Nascono dall’incontro di personalità diverse i gioielli Casati Tomasini, che prendono forma grazie ai contrasti tra metalli, pietre, geometrie e colori. Sono collezioni di monili d’arte che a volte si accostano alla moda precorrendone i tempi.
Le creazioni sono supportate da una ricerca continua di tecniche e di nuovi modi per applicarle. I modelli sono ottenuti da lavorazione diretta su metallo, fusioni a cera persa, incisione diretta ed indiretta, smalto a fuoco, ed anche prototipia informatica.

Tutti i materiali sono consentiti, dai metalli nobili e le pietre naturali fino a materiali innovativi o tradizionali trasformati per le singole esigenze come il vetro soffiato, la seta, l’alluminio, le stoffe tecniche.

Tre le collezioni dai nomi evocativi: “Sassintesi”, “La Giungla Dei Frutti Rubini” e “Anemone”.

La prima è un omaggio all’artista orafa Vivianne Torun e alle sue creazioni degli anni ’50, è realizzata in Argento 800 e 925, sassi di mare e refusi della lavorazione del ferro con lavorazione diretta del metallo.
La semplicità della forma del metallo è stata scelta per accostarsi alla pulizia della levigatezza dei sassi di mare.

La seconda prende il nome da un libro della scrittrice Rita Mae Brown e ricorda effettivamente una giungla lussureggiante, dove frutti esotici dai colori brillanti pendono dai rami, in attesa di essere colti. Ametiste, quarzi lemon, quarzi fumé e corniole montate su Argento 925 danno vita a creazioni vivaci, capaci di impreziosire il look di ogni donna rendendolo inimitabile.

Anemone è un chiaro e diretto richiamo all’omonimo animale marino. Ciondoli e anelli ricordano il fluttuare di queste creature. L’idea del movimento continuo è creata dal lavoro orafo che ha dato vita, uno per uno, a decine di piccoli tentacoli.

Avatar

Scritto da Redazione

Lascia un commento

Coppa d’Oro delle Dolomiti 2009

Giovani coi fattori di crescita