Lanvin autunno inverno 2013-2014

Mode à Paris

Alber Elbaz lancia degli slogan, e lo fa attraverso delle collane.

Sulla passerella dell’autunno inverno 2013-2014 di Lanvin ecco succedersi gridi di “aiuto”, “cool”, “love”, “happy”. Si tratta di messaggi telegrafici e di grande impatto che raccontano lo spirito dell’intera collezione.

La ragazza Lanvin è sostanzialmente lunatica capace di indossare abiti neri come mise colorate e a Mode à Paris si trova spazio ora per la speranza, ora per la cupezza.

Al di là dell’umore, gli abiti da cocktail asimmetrici e impreziositi da plissé in raso sono spettacolari così come i vestiti bustier, a maniche lunghe o con maglie color carne che elevano il concetto di lingerie e cappotti strutturati.

La forma, d’ispirazione fifty, è a clessidra e le maniche sono a sbuffo. Le gonne sono ampie, il punto vita si restringe e grande è l’attenzione rivolta al collo impreziosito ora da rouche, ora da boa di pelliccia fino a collane importanti.

Via libera a camicie con volant, che rendono l’outfit perfetto per chi ha bisogno di una mise per il giorno e anche per la sera, da indossare con pantaloni maschili.

La pelliccia, oltre che sulle stole, compare su giacche, manicotti e diventa dettaglio sulle maglie.

A fare da fil rouge della collezione di Lanvin le farfalle, ora stampate ora applicate come spille.

Written by Francesca

Gaia Trussardi alla guida della maison di famiglia

Il Salone del Mobile 2013 chiama Jean Nouvel