Lamborghini Sesto Elemento

Dal Salone dell’Automobile di Parigi
Il Salone dell’Automobile di Parigi regala come sempre agli appassionati di auto di lusso spunti interessanti, esemplari di tecnologia e design, prestazioni e cura dei dettagli che fanno sognare.

Dopo la Ferrari Sa Aperta vi presentiamo la Lamborghini Sesto Elemento una vettura davvero futurista che sfrutta la stessa meccanica della Gallardo SP570-4 Superleggera.
Realizzata completamente i carbonio è una vettura da record grazie agli appena 999 kg di peso, incluso il motore V10 da 570 cv di potenza a 8.000 giri e coppia di 540 Nm a 6.500 giri e la trazione integrale permanente.

Una concept supersportiva messa a punto nei centri di ricerca di Sant’Agata Bolognese e dell’ACSL (Advanced Composites Research Laboratory) di Seattle, con l’appoggio dell’Università di Washington e della casa aeronautica Boeing.

Sulla Lamborghini Sesto Elemento, la parte anteriore e posteriore della scocca sono realizzate ciascuna in un unico pezzo. Gli ingegneri Lamborghini l’hanno denominato “cofango”, parola creata dalla combinazione di “cofano” e “parafango”. Stesso discorso per gli interni dove Lamborghini ha rinunciato completamente alla convenzionale struttura del sedile. L’intera struttura interna è infatti ricavata dalla monoscocca in carbonio dove sono state posizionate direttamente delle sedute realizzate in materiale high tech.

Con Lamborghini Sesto Elemento la casa del Toro ridefinisce il concetto di supercar tra prestazioni estreme, accelera da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi, e un ineguagliabile piacere di guida .

Avatar

Written by Francesca

Il wellness per lui

Ladurée e l’alta moda