Lady Diana e lo chignon della collera: la pettinatura odiata dalla Regina Elisabetta

Negli anni ’80 fu capace di far infuriare sua Maestà per un’acconciatura, divenuta poi super famosa

Diana Spencer o meglio conosciuta come Lady D, è stata anche un’icona di bellezza, era il 1981 quando attraversò la navata di Westminster per convolare a nozze con Carlo. Allora la sua chioma viaggiava su quello che oggi chiamiamo un long bob. Tempo dopo, però, Diana ci diede un taglio e da lì, la Royal Family molto legata alla rigida etichetta, non approvò il nuovo look.

Capelli

Lady D passò alla storia sfoggiando un elegantissimo taglio corto realizzato dal parrucchiere Richard Dalton. La storia narra che: Il suo salone, Head Lines a South Kensington, era frequentato dalla Principessa e dalla madre. Da quando era diventata parte della famiglia reale, non era più Lady D a recarsi da Head Lines, ma Richard Dalton ad andare a Buckingham Palace. Due volte al giorno, e al mattino, già alle 7.30. Perché i capelli erano la prima cosa che la Principessa preparava quando si svegliava. L’hair look di Lady D è immortale così come quello che resta di lei nel ricordo di chi l’ha amata.

La discordia

Un mattino di novembre del 1984, Richard Dalton realizzò per Lady D quella acconciatura raccolta destinata a fare storia. Si trattava di un raccolto elegante, realizzato con delle extension, che formavano una corona circolare intorno al collo. Per giorni, sui giornali, in tv e per le strade di Londra non si parlò altro che della pettinatura. La cerimonia e la Regina Elisabetta II erano state completamente oscurate, scatenando la disapprovazione della Royal Family. L’acconciatura fu soprannominata lo “chignon della collera”, la Regina non poté fare a meno di indignarsi e da allora impose a Lady D maggiore sobrietà in fatto di hair look.

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

Unghie tendenze inverno 2020: lo smalto alla Dua Lipa

Monica Bellucci oggi torna in copertina: effetto wow, la vera bellezza italiana