La settimana del design: scelti per voi

Al Salone del Mobile 2008Luxgallery vi accompagna alla scoperta delle novità più interessanti della Settimana del Design, con le presentazioni del Salone del Mobile e gli eventi del Fuori Salone.

Dalla cucina al bagno, dalla camera da letto al giardino, un percorso esclusivo con i marchi di design più in voga, tra un pizzico di originalità e tante sorprese.

Partendo dalla parte più vissuta della casa, la cucina, ecco che Alessi presenta presso lo spazio di Valcucine al SuperstudioPiù in via Tortona 27, la nuova cucina progettata da Alessandro Mendini, un distillato di concretezza e semplicità dove soluzioni tecnologiche all’avanguardia danno origine a progetti destinati a durare nel tempo.

Bulthaup, invece, presenterà un nuovo sistema cucina e innovative proposte per differenti stili di vita, dove la tecnologia e il design saranno protagonisti.

Il design veste anche un accessorio come la cappa firmata Elica, che lancia Black Stream, che sfoggia l’abito scuro delle grandi occasioni. Realizzata in vetro soffiato con trattamento temprato, presenta tutte le caratteristiche di grandi performance che hanno reso celebre l’azienda di Fabriano.

Per le cene importanti ecco il tavolo espandibile da 8 a 12 coperti disegnato da Yotam Shabtai e Lidor Gil-Ad per Blu Bau Design&Architecture: Square 2 Square. Il piano ruota di 60 gradi mentre il quadrato centrale si abbassa permettendo alle ali di aprirsi a libro sul proprio asse aumentando quindi le dimensioni del tavolo stesso.

E se dalla cucina ci si sposta in giardino per un pranzo con gli amici o una cena romantica, ecco i Baradari, padiglioni per il giardino, tipici della tradizione indiana, utilizzati nei secoli passati come punto di incontro per socializzare, rilassarsi e proteggersi dal sole, uno dei primi esempi architettonici della collezione Paradeisos di Odegard. Realizzati in marmo bianco proveniente dall’India e interamente scolpiti a mano, possono essere creati anche su misura.

Il salotto racconta le personalità più diverse, dalle proposte classiche di Fendi Casa al gioco di volumi di Molteni fino alle sedute imbottite di alta gamma di de Sede. Di quest’ultima azienda ecco il modello DS–1064 ideato da Hugo de Ruiter che trasforma un ambiente living in una sorta di paesaggio urbano di sedute personalizzabili in innumerevoli modi.

Driade propone l’archetipo della classica poltroncina, nella visione pura ed essenziale del designer giapponese Tokujin Yoshioka, che prosegue nella sua sperimentazione sui materiali. Mermaid è fluida e plastica e si contraddistingue per una personalità spiccata ma non invasiva, creata per dialogare con diversi stili e ambienti.
Per un angolo più colorato e sorprendente ecco la collezione del giovane emergente Philippe Bestenheider alla sua prima collaborazione con Moroso. Il designer ha creato una collezione chiamata Nanook composta da sedia, poltrona e tavolino e ha basato la sua ricerca sulla memoria dei riti tribali eschimesi, riletti e interpretati attraverso gli strumenti digitali, accostando cultura e tradizione a tecniche di lettura e materiali “futuristici”. Ed è così che una pelle di animale, che rappresenta il vestito dell’eschimese, piegata, cioè resa tridimensionale, diventa un oggetto contemporaneo.

Se invece preferite uno stile più neutro ed elegante non potete far altro che scegliere le creazioni di Andrée Putman per Bisazza, con la collezione Entrevue e i tavoli Zenith e Correspondances che rivelano la propria identità classica attraverso un’immagine contemporanea. Una fonte luminosa, sprigionata dal mosaico oro, è l’elemento di seduzione di Zenith, il tavolo rotondo realizzato in corian. Per Correspondances, lo scrittoio in legno laccato disponibile in quattro versioni cromatiche, il motivo decorativo dominante è l’alternarsi di tessere in mosaico declinate, per ogni modello, in due tonalità.

Tavolini, appendiabiti, scaffali e scatole portaoggetti che nascono dalla brillante fantasia di Agatha Ruiz de la Prada e della sua collezione Agathology sono pensati e realizzati per arredare gli ambienti più diversi in maniera originale e colorata.

Passando in camera da letto, Evve oltrepassa i confini della forma presentando una nuova eleganza con il suo Bluma, un letto disegnato per chi ama sognare anche ad occhi aperti.
Caratterizzato da una base circolare, può essere impreziosito da testata capitonnè e servetti. Ogni elemento è poi a sua volta personalizzabile: un’ampia gamma colore, materiali e inserti in cristallo Swarovski si possono infatti combinare per creare a proprio gusto letto e coordinato.

Monitor o specchio? DND Casa non sa scegliere e propone la linea del coreano Chiho Kim di arredi hi-tech che, quando accesi, mostrano le immagini provenienti da un Tv lcd, quando spenti diventano specchi e mostrano, nitidamente, il mondo reale.

Per adornare i pavimenti ecco le proposte della famiglia Sahrai, che vanta una tradizione di cinque generazioni nel commercio e della produzione diretta di tappeti, e presente con i propri prodotti all’interno degli ambienti più preziosi ed esclusivi come la Casa Imperiale del Giappone, la Casa Reale del Kuwait, il Palco Reale del Teatro La Scala di Milano, il Ritz di Parigi ed il Four Seasons di Londra. Il 17 aprile in Via Verdi 5 in un open space parte del nucleo Teatro della Scala è previsto dalle 18 alle 23, un evento Fuori Salone per presentare le nuove collezioni di tappeti pregiati, antichi e contemporanei.

E per finire il bagno e la cromoterapia di Hansa, per cui l’acqua diventa un elemento scenico per valorizzare uno spazio che è sempre più vissuto come spazio di design.

Avatar

Written by Francesca

Ivy Hotel: l’albergo di lusso erotico

360: la prima vodka di lusso eco