La mostra dedicata alla minigonna al V&A Museum di Londra: Mary Quant

Il Victoria & Albert Museum di Londra rende omaggio all’iconica Mary Quant. La stilista britannica, nonché regina della minigonna, la vera rivoluzionaria degli anni ‘60.

Ed ecco che arriva una grande mostra, dal titolo semplice: Mary Quant. L’inaugurazione è avvenuta il 6 aprile 2019 e la mostra resterà aperta fino al 16 febbraio 2020. La mostra abbina le creazioni di Mary Quant a quelle del designer d’interni Terence Conran, il fondatore di Habitat.

Un po’ di storia

Dieci centimetri sopra il ginocchio: la minigonna, apparsa per la prima volta nel 1963, è una di quelle mine vaganti della moda capaci di dare “emancipazione al mondo femminile”. Simbolo di stile e di storia, ha ormai compiuto più di 50 anni. I manuali di moda fanno risalire a Mary Quant, stilista londinese, la realizzazione di questo capo d’abbigliamento.

C’è chi, invece, sostiene che la mini skirt sia stata realizzata da André Courrèges, il designer francese degli oblò e del razionalismo sartoriale. La verità è un po’ diversa: “Né io né Courrèges abbiamo avuto l’idea della minigonna. È stata la strada a inventarla”, ripeteva sempre a tutti Mary Quant.

Twiggy

La sua portabandiera, della minigonna fu Twiggy, modella magrissima e adolescente, simbolo del nuovo che avanza, delle giovani avanguardiste che fanno a pezzi l’idea di donna formosa, mamma e irrimediabilmente confinata a figli e fornelli.

Al contrario, Twiggy e la minigonna erano gambe atletiche pronte a correre, a fuggire da un ruolo di donna ‘’sotto lo schiaffo del padre di famiglia’’. La figura femminile non era più costretta al perbenismo anni ‘50 voluto e confezionato a favore del parterre maschile.

Le frasi più belle di Mary Quant

“Sono state le ragazze che si vedevano per strada, sulla King’s Road, ad aver inventato la mini. Io facevo semplici vestiti in cui ci si poteva muovere, con cui potevi correre e saltare, e li facevo della lunghezza che voleva la cliente. Erano già corte, ma loro mi dicevano “Più corte! più corte!” così diceva Mary Quant.

‘’Nelle nazioni europee dove vengono vietate le minigonne nelle strade, dicendo che sono un invito allo stupro, non comprendono l’uso delle calze’’ Mary Quant.

Un sondaggio condotto in Gran Bretagna dalla catena di grandi magazzini Harvey Nichols ha infatti rivelato come anche oggi alla domanda “quale capo di vestiario ami di più?” sia la minigonna a vincere. Allora non possiamo fare altro che andare a vedere questa fantastica mostra sul capo d’abbigliamento più iconico della storia.

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

Colpi di testa: il taglio da urlo di Anne Hathaway

Colpi di testa: il taglio da urlo di Anne Hathaway

Resiste ad una temperatura di 35°, tutto sul nuovo primer Dior Backstage Face & Body Primer

Nuovo primer Dior Backstage Face & Body Primer: resiste fino ad una temperatura di 35°