La moda in borsa nel 2013

Lo studio di Pambianco

Come di consueto, Pambianco ha condotto anche nel 2013 l’analisi sull’andamento dei titoli della moda e del lusso quotati nelle piazze mondiali.

Ad eccezione degli Stati Uniti, dove la performance della moda combacia sostanzialmente con quella del mercato, in Europa e in Asia ha invece sovraperformato. Negli USA infatti l’indice Pambianco è cresciuto del 23,5% a fronte di una crescita del Dow Jones del 23,6%. In Europa l’indice Pambianco è cresciuto del 13,6% a fronte di una crescita dell’indice FTSE 100 del 12%. In Asia infine l’indice Pambianco è salito del 15,5% mentre l’HangSeng è cresciuto solo del 2,9%.

Che anche il 2013 sia stato un buon anno per il lusso lo si evince da altre IPO di successo dopo quelle di Cucinelli, Ferragamo, Prada e Michael Kors negli anni scorsi. Nel 2013 è stata la volta di Italia Independent e Moncler, entrambe quotate a Milano, la prima nel segmento AIM dedicato alle piccole medie imprese.

Miglior titolo in Europa è Safilo, con un brillante +155,3%. L’azienda di occhiali, guidata dal nuovo AD Luisa Delgado, ha ben assorbito la perdita della licenza Armani e sta portando avanti il piano di sviluppo che viene premiato dagli investitori. Medaglia d’argento per Poltrona Frau che sale del +142,2%. Nei nove mesi l’azienda che possiede anche Cappellini e Cassina è cresciuta a doppia cifra su tutte le principali voci del conto economico: ricavi a +12,3%, ebitda a +36,4% e utile netto a +127%. Sul podio anche Brunello Cucinelli che chiude l’anno con un +94,1%.

In conclusione, il 2012 e il 2013 sono stati due anni particolarmente positivi per il lusso e per i suoi investitori. Su scala globale il mercato del lusso continua ad essere in crescita e non dà segni di rallentamento (anzi, nonostante il tasso di cambio poco favorevole stanno ripartendo anche mercati come gli USA e il Giappone).

Written by Chiara

MUBA, il museo dei bambini apre a Milano

Le spa più belle al mondo