La Grande Bellezza per gli Oscar 2014

Il candidato italiano per la statuetta

L’anno scorso ci hanno provato i fratelli Taviani con il loro “Cesare deve morire”, ora invece toccherà a Paolo Sorrentino tentare il “sogno americano” e volare a Hollywood per conquistare la statuetta come Miglior film straniero agli Oscar 2014.

Sarà proprio “La grande bellezza”, efficace affresco di una società decadente in contrasto con la bellezza eterna e senza tempo di una Roma felliniana, il candidato italiano agli Oscar per la migliore pellicola non in lingua inglese.

Il film, in concorso all’ultimo Festival di Cannes, ha battuto la concorrenza di altri sei titoli italiani distribuiti nelle sale nostrane tra il 1 ottobre 2012 e il 30 settembre 2013: “Viva la libertà” di Roberto Andò, “Miele” di Valeria Golino, “Viaggio sola” di Mariasole Tognazzi, “Razza bastarda” di Alessandro Gassman, “Salvo” di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia e “Midway tra la vita e la morte” di John Real.

La decisione è stata presa dalla Commissione di Selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’Anica, su invito della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Martha Capello, Liliana Cavani, Tilde Corsi, Caterina D’Amico, Piera Detassis, Andrea Occhipinti e Giulio Scarpati.

“Per me è una grande soddisfazione la candidatura italiana all’Oscar. Adesso ci impegneremo a fare tutto il possibile per ottenere il risultato. So che è una strada lunga e difficile, ma faremo di tutto: proiezioni, cene e promozioni”, ha commentato Sorrentino, che ha accolto la notizia dal Brasile.

L’Academy Awards nei prossimi giorni farà una prima scrematura dei titoli proposti e il 16 gennaio annuncerà la cinquina definitiva, mentre la cerimonia di consegna delle celebri statuette dorate si svolgerà domenica 2 marzo 2014.

Sorrentino e Servillo al Festival di Cannes 2013

Avatar

Written by Monica

Jacuzzi, vasca idromassaggio Muse

Mode à Paris PE 2014, mercoledì