La Dolce Vita premia l’Italia che piace

Sei i personaggi italiani premiati con i Tribute Awards

Si è svolta a Londra presso la Grand Hall, Olympia, il 14 marzo 2008 la serata di gala de La Dolce Vita, mostra-mercato dedicata al Made in Italy.

Sono stati premiati sei personaggi italiani che si distinguono con la loro personalità con i Tribute Awards. Il primo premiato, Oliviero Toscani, il fotografo famoso per le campagne pubblicitarie di Benetton degli anni ’90 e autore di una recente campagna ‘anti-anoressia’ che ha nuovamente scioccato il mondo della moda, ha ricevuto il riconoscimento per il suo contributo per l’arte.
A seguire Sergio Chiamparino, premiato come sindaco della città di Torino che, dopo aver ospitato con successo le ultime Olimpiadi Invernali, è nel 2008 sotto i riflettori del mondo come prima Capitale Mondiale del Design.
E stata poi la volta di Luca Barabino, a capo della più importante società di consulenza di comunicazione d’impresa italiana, Barabino & Partners, che ha ritirato il premio per l’eccellenza dimostrata nella comunicazione del “Made in Italy”.
Per il loro contribuito alla crescita del prestigio della alta cucina italiana sono stati premiati gli chef Nadia e Antonio Santini, del ristornate Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio (MN), l’unico in Italia a vantare 3 stelle Michelin da ben 13 anni.
A Lapo Elkann, il giovane manager alla guida del brand di abbigliamento e accessori Italia Independent, il Dolce Tribute è andato per il suo contributo creativo nella promozione del design e dello stile italiano.
Ed infine applausi da stadio per Marcello Lippi, ct della nazionale italiana di calcio campione del mondo.

Avatar

Written by Redazione

Benessere e arte ad Assisi

Alfa Romeo Mi.To: sportività e stile