La cucina coi fiori

Il 18 giugno presso il Club Congusto si terrà un corso di una giornata dedicato alla scoperta della moda della stagione, qui presentiamo un “Semifreddo alle violette di Parma”

Oltre alle foglie, alle erbe aromatiche e ai prodotti dell’orto, l’uomo da sempre cucina i fiori: nelle libagioni dei principi e sulle mense dei poveri, petali e corolle hanno sempre allietato oltre che la vista anche il palato. Basta pensare alla squisitezza dell’omelette ai fiori di pesco, del dolce alle violette di Parma, o nelle ricette tradizionali della nostra storia gastronomica, al dolce col giaggiolo riscoperto e riportato sulle tavole a San Polo nel Chianti o le frittelle di “cascia” (acacia) che propongono gli abitanti della Sambuca in Val di Pesa.

Fiori quindi, belli da guardare, da annusare, da coltivare, da seccare… e perché no buoni da mangiare, i fiori sono i protagonisti di un percorso profumato, colorato e molto gustoso che farà sbocciare prati colorati anche sulle vostre tavole.
Congusto ha pensato per le tavole estive a un dolce semplice e fresco, ma di grande effetto che aggiungerà quel tocco di colore e di romanticismo che solo le violette sanno evocare così bene.
Semifreddo alle violette di Parma

Ingredienti (dose per 6 persone)

150 g di zucchero
2 cuchiaini di miele
5 uova
3 decilitri di panna
4 cucchiai di liquore alla violetta “Parfait Amour”
Mezza bustina di vaniglia
12 violette candite o di zucchero
 

Montate i rossi d’uovo (tenendo da parte le chiare) con 100 grammi di zucchero, 3 cucchiaini di miele, la vaniglina ed il liquore. A parte montate i bianchi d’uovo a neve con lo zucchero rimanente; sempre a parte montate anche la panna.
A questo punto unite ai rossi d’uovo le chiare montate a neve e la panna pure montata ad amalgamate accuratamente il tutto, con movimenti ampi e delicati. Mettete l’impasto in uno stampo asciutto della forma della forma che preferite e quindi ponetelo nel freezer per 5 ore. Al momento di servirlo, sformate il semifreddo e disponetelo su di un vassoio adeguato: intero o tagliato a fette, decoratelo con le violette candite e servitelo dopo qualche minuto.
Gustatelo con uno spumante fresco che esalterà il sapore delle violette.

Avatar

Written by Redazione

E la tradizione di casa Agnelli continua

Le Moleskine nella grande mela