La casa di Lenny Kravitz a Parigi

Elegante casa dal design moderno firmato dal cantante

Se Lenny Kravitz, considerato uno degli artisti di maggior successo della storia della musica con oltre 30 milioni di dischi venduti, decidesse di cambiare mestiere, per intraprendere una nuova e affascinante carriera nel campo del design, non incontrerebbe nessuna difficoltà.

Non tutti sanno, infatti, che Lenny Kravitz, autore di capolavori come I’ll Be Waiting e Believe, è anche il fondatore della Kravitz Design, società nata nel 2003 a New York specializzata nel settore del commercial e residential design.

Attualmente la Kravitz Design, collabora con il famoso architetto francese Philippe Starck e annovera tra i suoi prestigiosi clienti anche Swarovski.

Ad una precisa domanda su quale fosse la motivazione principale che lo avesse spinto ad intraprendere questa strada non certo facile da percorrere , Kravitz rispose che l’obiettivo era quello di “trasformare il suo eclettico stile di vita in soluzioni di design innovative e dinamiche”.

Per dar libero sfogo alla sua creatività, il cantante di fama mondiale, ha avuto la brillante idea di arredare con le opere realizzate dalla sua società, gli interni delle sue dimore esclusive in giro per il mondo.
Tra queste, una della più prestigiose, è senza dubbio la sua residenza di Parigi acquistata nel 2004, situata a rue de Franqueville nell’elegante borgo di Auteuil, considerato un vero e proprio gioiello dell’architettura Art Nouveau nel 16° arrondissement della capitale francese.
L’elegante palazzo, che occupa una superficie di 1500 metri quadrati è composto da un ampio soggiorno molto luminoso, sette camere da letto, un terrazzo e un meraviglioso giardino.

La bellezza e l’eleganza che contraddistinguono questo appartamento di lusso parigino, gli sono valsi anche numerose pubblicazioni su prestigiose riviste francesi che si occupano di architettura e soprattutto di interior design, privilegio che spetta soltanto agli appartamenti più belli al mondo.

Questa dimora ultra-glamour, è caratterizzata da continui contrasti che, se possibile, non fanno altro che aumentarne il fascino e la bellezza: si passa infatti da lampadari di cristallo tipici di una residenza nobiliare, ad elementi più attuali, dall’uso prevalente di colori moderni come il bianco o il nero abbinati ad elementi dorati e tessuti policromi sgargianti, fino ad arrivare a stucchi e gessi, tipici di uno stile classico ed elegante abbinati a poltrone e ad altri oggetti di arredamento ultra moderni.

Ad impreziosire ulteriormente la struttura, la scelta di arredare l’ appartamento con numerose opere d’arte di scultori di fama internazionale tra i quali Paul Evans, Gabriella Crespi, Karl Springer e Joe Colombo.

In collaborazione con: www.luxuryestate.com

Avatar

Written by Francesca

Nicola Batavia, lo chef curioso

Lamborghini, boom di aperture