Il genio di Mozart a Roma

Auditorium Parco della Musica

La Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica ospiterà la terza edizione del K Festival, manifestazione che prende il nome da Koechel, il catalogatore delle opere di Mozart.

L’evento, che si svolgerà dall’11 settembre al 5 ottobre, si presenta quest’anno con proposte di grande interesse, che puntano come sempre a coinvolgere non solo il pubblico degli appassionati, ma anche coloro che non sono mai entrati in una sala da concerto e i giovani.

Otto concerti con quattro diversi programmi verranno affidati all’Orchestra e al Coro dell’Accademia di Santa Cecilia, guidati da direttori di grande prestigio, uniti da un filo interpretativo che sceglie la filologia musicale come chiave di lettura. Sul podio saliranno nomi celebri, come quelli di Ton Koopman, Paul McCreesh, Christopher Hogwood, e maestri italiani emergenti, come quello di Ottavio Dantone, direttore dell’Accademia Bizantina, reduce dal suo recente successo al Teatro alla Scala. Non mancano grandi solisti come il violinista Uto Ughi, il pianista Pietro De Maria e il soprano Rachel Harnisch.

Inoltre, il festival verrà completato da quattro appuntamenti con la specialissima rassegna Mozart genio?… da vicino nessuno è normale, “inventata” dal violoncellista Mario Brunello, celebre per la sua capacità di far dialogare musiche diverse. Il musicista con la sua orchestra d’archi presenterà quattro concerti-conversazioni con l’attore-narratore Marco Paolini sul tema A 16 anni, genius? , lo scrittore Erri De Luca con Padre…figlio, il compositore Michele Dall’Ongaro con Soldi, Potere e… Musica, lo storico dell’arte Philippe Daverio con Morire, dormire, forse sognare. L’idea è quella di liberare Mozart dai luoghi comuni, che vogliono far discendere la sua genialità dagli eventi della sua vita, per riportarlo al mistero dell’arte.
“Volevo star fuori dalla sagra mozartiana – spiega Brunello – così ho deciso di scegliere quattro momenti della vita di Mozart (la precocità artistica, il rapporto con il padre, quello con il danaro, la morte in giovane età) che sono stati mitizzati, quasi essi stessi siano stati la ragione del suo genio, e mostrare come situazioni del genere si incontrino nella vita di ognuno di noi, artisti e non”.
L’attore, lo scrittore, il compositore e lo storico dell’arte affronteranno il tema assegnato prima del concerto, poi, tra un brano e l’altro, sarà lo stesso Brunello a parlare, ma solo di musica. Anche la scelta dei programmi mescola diversi generi, musica classica e musica leggera.

Come nelle precedenti edizioni, il K Festival è arrichito da due preziose proiezioni. Quest’anno la scelta è caduta sui due capolavori più amati di Mozart, Il Flauto magico, nella versione a cartoni animati di Lele Luzzati e il Don Giovanni nella registrazione della storica edizione salisburghese con la direzione di Furtwängler alla guida dei Wiener Philarmoniker e con il mitico Cesare Siepi nella parte del seduttore. Andata in scena nel 1954 l’opera aveva la regia di Herbert Graf, le scene di Clemens Holzmeister.

Il programma

11 Settembre
Sala Sinopoli ore 21
Orchestra d’Archi Italiana
Mario Brunello, direttore
‘Mozart genio? ….da vicino nessuno è normale’
‘A 16 anni, genius?’ incontro con Marco Paolini
Mozart, Quintetto n. 1 K 174
Mahler, Quartetto per archi e pianoforte
Mendelssohn, Ottetto per archi op. 20

12 e 13 settembre
Sala Santa Cecilia ore 21.00
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Ottavio Dantone, direttore
Uto Ughi, violino

Luigi Alberto Bianchi, viola
Mozart, Sinfonia Concertante K. 364
Mozart, Sinfonia n. 25 K 183

18 settembre
Sala Sinopoli ore 21.00
Orchestra d’Archi Italiana
I Mercanti di Liquore
Mario Brunello, direttore
‘Mozart genio? ….da vicino nessuno è normale’
‘Padre… Figlio…’ incontro con Erri De Luca
J. S. Bach, Concerto brandeburghese n. 3
W. F. Bach, Adagio e fuga in fa
F. De André, Canzoni, con la partecipazione de I Mercanti di Liquore
L. Mozart, Sinfonia in sol
W. A. Mozart, Adagio e fuga K 546

19 settembre
Sala Petrassi ore 19.30; 21.00; 22.30
film Il Flauto Magico
di Lele Luzzati

20 e 21 settembre
Sala Santa Cecilia ore 21.00
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Ton Koopman, direttore
Pietro De Maria pianoforte,
Mozart, Concerto per pianoforte n. 20 K 466

Mozart, Sinfonia n. 40 K550

25 settembre
Sala Sinopoli ore 21.00
Orchestra d’Archi Italiana
Direttore, Mario Brunello
‘Mozart genio? ….da vicino nessuno è normale’ (III)
‘Soldi, Potere e… Musica’ incontro con Michele Dall’Ongaro
Mozart, Duetto per violino e viola K423
Beethoven, Quartetto op.95 ‘Serioso’
Rossini, Une Larme
Shostakovic, Quartetto op. 110

26 settembre
Sala Petrassi ore 20.30
Don Giovanni, film
Furtwängler dirige Mozart (Salisburgo, 1954)

27 e 28 settembre
Sala Santa Cecilia ore 21.00
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Christopher Hogwood, direttore
Rachel Harnisch, soprano
Mozart, Rondò per violino e orchestra K269
Mozart, “Misera dove son…” K369
Mozart, Andante per flauto e orchestra K315
Mozart, “Mia speranza adorata…”, recitativo e rondò K416
Mozart, Sinfonia n. 36 Linz K425

2 ottobre
Sala Sinopoli ore 21.00
Orchestra d’Archi Italiana
Mario Brunello, direttore
‘Mozart genio? ….da vicino nessuno è normale’
‘Morire, dormire, forse sognare’ incontro con Philippe Daverio
Mozart, Ave Verum Corpus
Schubert, Quartetto ‘La Morte e la Fanciulla’
Takemitsu, Requiem per archi
Tavener, ‘Eternal Memory’ per violoncello e archi
Piazzola, Adios Nonino per violoncello e archi

4 e 5 ottobre
Sala Santa Cecilia ore 21.00
Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Paul McCreesh, direttore
Cinzia Forte, soprano
Damiana Pinti, mezzosoprano
Antonio Poli, tenore
Antonio Abete, basso

Mozart, Requiem K626

www.santacecilia.it

Avatar

Written by Redazione

Shopping nei Gais Hotel

Milano Moda Donna: Marcus Telles