John Galliano designer di scena?

In lizza con Roland Mouret e Saran Burton

John Galliano ci lascia sempre con il fiato sospeso.

Il futuro dell’enfant terrible del fashion system non ha ancora certezze, nonostante alcune aperture come la sua comparsata sulla passerella di Oscar de la Renta o la nomina per una cattedra alla Parsons.

I prossimi mesi potrebbero però segnare una svolta decisiva alla carriera del talentuoso stilista, dando a Galliano l’opportunità di lasciarsi definitivamente alle spalle le sue uscite antisemite decisamente poco felici che gli sono valse questi due anni e mezzo di purgatorio.

Il designer sembrerebbe infatti in lizza per disegnare i costumi teatrali de L’importanza di chiamarsi Ernesto pièce diretta e prodotta da Stephen Fry che andrà in scena nel 2014.

A contendersi l’incarico sembrano esserci anche Roland Mouret e Sarah Burton, direttore creativo di Alexander McQueen.

Il regista, per ora, non si sbilancia.
Quello che si sa è che Fry ha dichiarato apertamente di desiderare un “top-designer” per gli outfit della commedia teatrale più rappresentativa di Oscar Wilde e che il compito di chi verrà scelto sarà quello di creare costumi di scena meravigliosi capaci di lasciare il pubblico senza fiato.
Ardua, dunque, la scelta anche se il visionario Galliano sembra essere il pole position. Non ci resta che attendere…

Written by Francesca

Love Ball 2013, charity a Montecarlo

Havaianas tra lusso e diversificazione