John Galliano ancora versus Dior

Risarcimento in vista per lo stilista inglese
Sono passati più di due anni dall’eclatante licenziamento di John Galliano dalla direzione artistica di Christian Dior ma la querelle non è ancora finita.

Lo scandalo a sfondo razzista e antisemita che ha colpito l’enfant terrible del fashion system nel marzo 2011 continua a lasciare i suoi strascichi.

Il designer inglese intascherà 2.500 euro dalla Christian Dior Couture SA e altrettanti dalla John Galliano SA, suoi ex datori di lavoro, dopo che la Corte d’Appello di Parigi ha respinto giovedì scorso la richiesta, da parte di Dior, di affidare la causa inerente la cessazione del rapporto con lo stilista al Tribunale del Commercio, anziché a quello del Lavoro.

Galliano mira a ottenere un risarcimento sostanzioso, che secondo wwd ammonterebbe a 6 milioni di euro. La Christian Dior Couture SA e la John Galliano SA hanno tempo due mesi per ricorrere in appello.

“Ribadiamo di avere agito con una giusta causa” afferma Jean Néret di Jeantet Associés,  il legale che rappresenta le due società.

L’avvocato di Galliano, Chantal Giraud-van Gaver di Coblenza & Associés, ha detto che la sentenza di giovedi ha spianato la strada per la causa che sarà portata l’anno prossimo di fronte al Conseil de prud’hommes, o Labor Relations Court. Giraud-van Gaver dovrà dimostrare che il suo cliente ha svolto un’attività a tutti gli effetti da lavoratore dipendente e non da imprenditore indipendente.

John Galliano versus Dior, la storia continua.

Written by Chiara

Maria Callas, il doodle

Cinquanta sfumature, prime foto dal set