Italia Independent, il nuovo concetto di lusso

Parla Lapo ElkannEra il 9 gennaio 2007 quando Lapo Elkann approdava nel fashion system con un occhiale modello unico, totalmente realizzato in carbonio e dall’esorbitante prezzo di 1007 euro. La notizia rimbalzò su tutti i mezzi di comunicazione e da molti il suo progetto, Italia Independent, fu bollato come il passatempo senza futuro di un ragazzo viziato. Oggi Italia Independent è un mondo articolato, che si snoda fra abbigliamento, home decor, accessori e linea di occhiali (la collezione è sviluppata direttamente dal centro stile di Italia Independent e non attraverso la concessioni di licenze, ndr) dando così torto ai malpensanti.

Il progetto del giovane Elkann non solo continua quindi col vento in poppa, ma ha anche creato un nuovo modo di pensare a un brand. Infatti, tutte le linee di prodotto non sono operazioni di brand extension, ma l’espressione della reale natura del marchio. Una natura che si nutre dell’eccellenza italiana e la elegge a nuovo significato del lusso. Infatti Italia Independent è sintonizzata sul nuovo senso del lusso che non è più legato agli status symbol e all’ostentazione, ma che una caratteristica soggettiva. Ovvero, è un mix fra la personalizzazione e l’attenzione ai dettagli ed è basato sull’esperienza.

Perché l’indipendente è un uomo libero che non ha timore di essere se stesso, è un beauty seeker, sceglie la bellezza a prescindere da griffe e brand. Si circonda di cose belle e intense per condividerne i valori, estetici e simbolici. L’indipendente rifiuta la standardizzazione di massa: usa la propria creatività e il proprio gusto per accostare stili diversi e si rende riconoscibile attraverso i dettagli. O, per dirla con le parole di Lapo, “l’indipendenza è un mindset e trascende l’età, la nazionalità, la cultura e la religione”. La storia di Italia Independent è costellata da collaborazioni importanti: dopo quella con Giambattista Valli, designer affermato sulla scena internazionale, ecco la partnership con Alfa Romeo, che proprio quest’anno festeggerà il suo centenario.

Lapo, come nasce il progetto Italia Indipendent?
Nasce dalla mia voglia di creare un brand con prodotti e progetti made in Italy per persone indipendenti e cioè non schiave di mode o tendenze.

Dopo Alfa Romeo ci saranno altre collaborazioni importanti?
La filosofia del brand è proprio quella di collaborare con i migliori marchi o aziende nei vari settori: annunceremo le nostre prossime collaborazioni al Salone del Mobile di Milano.

Ormai Italia Independent è un mondo completo: sono previsti nella strategia distributiva dei negozi monomarca?
Dopo l’apertura di Saint Tropez, al momento opportuno valuteremo la possibilità di nuove aperture in luoghi strategici per il brand.

Come si completerà il mondo Italia Independent? Sono in arrivo nuove licenze?
Italia Independent continuerà la sua strada spaziando a 360 gradi, ma mantenendo sempre la stessa filosofia e dna: valorizzare il made in Italy e il saper fare italiano nel mondo.

Alessandra Iannello

Avatar

Written by Monica

SIHH, il salone si fa “grande”

Felicità è una toppa sulla calza