Io ipse idem par Romeo Gigli, luce e colore

La collezione uomo primavera estate 2010 presentata a Milano Moda Uomo

L’uomo io ipse idem par Romeo Gigli non ha paura di indossare il colore. La collezione primavera estate 2010 presentata a Milano Moda Uomo è composta da giacche rivoluzionate nelle forme e nelle strutture: cadono giù stringendosi sul fondo, le spalle sono larghe e i tessuti leggerissimi. Spennellate a mano con toni forti, lucenti, vedono le linee geometriche accese dai colori che marcano gli elementi strutturali.

Sperimentazione sui tessuti: ecco i cotoni-carta croccanti e dolci o i cotoni trattati con il sale per dare una sensazione di solidità anche al tessuto leggero.
Le camice sono dipinte a mano con tecniche particolari.

L’uomo Romeo Gigli ama scherzare con leggerezza: indossa cravatte dello stesso tessuto delle camice, in cotone leggero, svuotate e così sottili da dover essere legate con un passante alla camicia.
I pantaloni smilzi portano le stesse tracce di colore, ancora spatolato in maniera irregolare, mentre i pantaloni in lino naturale, lucido e luminoso si gonfiano con l’aria. Cotone e ortica compongono poi il jeans biologico in blu.

Written by Redazione

Brioni, décontracté

Padiglione Spagna, Miquel Barceló alla Biennale