Intervista ad Antonella Pascale

Redazione
16/10/2008

Intervista ad Antonella Pascale nuovo Direttore Marketing di Eurocosmesi con coordinamento e supervisione delle Divisioni Exclusive e Prestige, sia per il mercato italiano che estero, parla a Luxgallery della sua avventura nel Gruppo

Intervista ad Antonella Pascale

Parla il nuovo Direttore Marketing di Eurocosmesi
Un profumo o un prodotto per la cura del corpo sono spesso portatori di suggestioni ed emozioni capaci di raccontare una storia. Accade specialmente se si parla di profumeria selettiva, un campo che si lega anche a concetti quali l’impiego di materie prime naturali, cura dei dettagli, personalizzazione. Un esempio è quello di Memento, linea che fa capo a Eurocosmesi Srl, dedicata al tempo e alla memoria con profumi creati da materie prime di qualità e caratterizzati da packaging ricercati.

Antonella Pascale, nuovo Direttore Marketing di Eurocosmesi Srl con coordinamento e supervisione delle Divisioni Exclusive e Prestige, sia per il mercato italiano che estero, parla a Luxgallery della sua avventura nel Gruppo, che opera nel settore della profumeria selettiva in oltre ottanta Paesi.

Come affronta la nuova sfida?
Avevo già collaborato con Eurocosmesi diversi anni fa. Nel frattempo il Gruppo è cambiato, ora fa parte della Burani Designer Holding ed è più strutturato, con due divisioni: una selettiva, che si posiziona nella fascia alta del mercato, e una prestige per la fascia medio-alta, sia per quanto riguarda i profumi sia il body care. I marchi sono numerosi, di proprietà e su licenza. È un’azienda capace di coprire tutti i segmenti di mercato, dinamica e flessibile, in grado di anticipare le tendenze. Tra i prodotti, ci sono sia le fragranze moda sia quelle create con elementi naturali.

Cosa l’ha spinta a rientrare in Eurocosmesi?
Il mio ingresso nel Gruppo rientra in un’ottica aziendale di consolidamento degli attuali marchi in portafoglio, ma anche di sviluppo di nuovi business, alla ricerca di prodotti sempre più personalizzati, studiati ad hoc per il cliente, diversificando la nostra offerta di brand riferibili a settori diversi. Grazie a un accordo con Warner Bros, ad esempio, ci stiamo posizionando con prodotti più giovani: è un mercato interessante, con sviluppi anche all’estero.

E per i brand del lusso?
Si tratta di lusso accessibile, concetto da valorizzare assieme a quello di Made in Italy. Un progetto stimolante, per esempio, è quello di Gandini, un marchio storico della profumeria italiana da poco di proprietà di Eurocosmesi, per cui si sta attuando un rilancio seguendo il trend del vintage, con profumi antichi interpretati in chiave moderna. In particolare, Gandini 1896 sarà disponibile in otto flaconi differenti, sia per uomo sia per donna, da usare da soli o combinati tra di loro. È un aspetto innovativo per il mercato italiano.

Cosa è per lei la profumeria selettiva?
Un campo in cui fa la differenza il peso dei marchi, classificati come top di gamma. Il consumatore, inoltre, deve ricevere una consulenza molto approfondita, che deve essere valorizzata dalle aziende.

Come si inserisce Eurocosmesi nel mercato della profumeria selettiva e quali sono le vostre linee strategiche?
L’azienda riesce a coprire numerosi segmenti, sia con i marchi di proprietà sia con quelli in licenza. Si muove per sviluppare aree non molto espresse che necessitano di essere strutturate.

E quelle della comunicazione?
Ci muoviamo soprattutto con campagne stampa e in radio, oltre a essere presenti nei diversi punti vendita.

Internet è importante per la comunicazione del vostro prodotto?
Non utilizziamo molto internet, al momento. Probabilmente ce ne serviremo per tipologie di prodotti rivolte soprattutto ai giovani.

A proposito di giovani: qual è il vostro target di riferimento?
Riusciamo a coprire tutti i target, grazie ai numerosi marchi e alle linee diversificate.

Come sintetizzerebbe la vostra visione del Lusso?
Il lusso non è ostentazione, ma pura bellezza, forma, essenzialità e purezza.