Intervista a Mario Biondi

Maverick italiano dell’evento più esclusivo dell’anno

Luxgallery.it ha incontrato il protagonista assoluto dell’evento Think TankLa Tua Colonna Sonora”.
Mario Biondi, catanese doc appassionato di black music, è stato scelto, infatti, per essere il “Maverick” italiano della speciale serata che si terrà martedì 29 gennaio all’Hotel Crowne Plaza Rome St. Peter’s.
Cosa significa per lei essere il Maverick italiano di Think Tank?
Per me è un grande onore, quando mi hanno parlato di questo evento ho voluto esserci.

Che importanza ha avuto, se l’ha avuta, l’essere nato a Catania, terra di grandi contrasti, vulcanica e passionale come l’Etna e riflessiva e calma come il mare?
Catania è parte di me, quindi ha avuto sempre una grossa influenza nel mio “essere”, nel bene e bel male.

Lei più di molti altri artisti musicali italiani ha una fortissima impronta internazionale. É una caratteristica che ha ricercato nella costruzione della sua carriera o è stata il frutto di avvenimenti casuali?
E’ sicuramente una ricerca nella musica a 360 gradi, che vuole abbattere le barriere linguistiche e raggiungere persone e paesi diversi.

Gli Stati Uniti e la black music come hanno influenzato il suo percorso?
In questa musica ho trovato e trovo molte attinenze con il mio modo di essere, il soul è un modo di essere e non esclusivamente una scelta musicale.

Cosa la ispira? Ci sono dei luoghi, oltre le persone, che hanno rappresentato tanto per la sua crescita professionale?
Prima di tutto la mia famiglia dalla quale ho sempre attinto ispirazione e poi tutti quei momenti di condivisione sentimentale di alto livello, non necessariamente legati all’amore, ma anche all’amicizia o solo alla semplice conoscenza

Cosa fa quando deve comporre una canzone? Segue dei rituali?
Nessun rituale, tutto deve arrivare come l’aria ai polmoni.

C’è qualche cosa che ha fatto che non si sarebbe mai immaginato di riuscire a fare? e allo stesso tempo quali sono i sogni nel cassetto di oggi?
Scrivere “I love you more”, un brano che dopo sette anni riesce ancora a stupirmi. Riuscire ad avere sempre illuminazioni magiche nella musica da condividere con artisti di grande cuore e talento.

Per il suo lavoro avrà di certo viaggiato molto e frequentato i migliori hotel. Quali sono le caratteristiche che deve avere il suo hotel ideale?
Una grande vasca idromassaggio, un comodo grande letto a baldacchino, un buon profumo, una vista sul mare, il massimo della tecnologia ovviamente ben integrata con l’architettura degli interni.

Quali sono i locali preferiti di Mario Biondi?
Mi piace il cibo buono, quindi i ristoranti a cucina tipica, le enoteche, i piccoli e grandi club che ospitano la musica dal vivo.

Come ha investito i soldi fruttati dai suoi successi? immobili, oggetti di lusso, viaggi…
Ho cercato di apportare delle migliorie alle vite dei miei cari, per me ho acquistato un’auto che da anni volevo.

Che rapporto ha con il lusso?
Buono, il lusso mi piace e quando c’è ne approfitto, ma non essendo troppo materiale, riesco bene a fare a meno di tante cose. Di solito le cose più belle ci circondano in natura e non costano nulla…

Registrandoti, Luxgallery.it ti da la possibilità di essere uno dei cinquanta fortunati ospiti del Think Tank “La Colonna Sonora della Tua Vita”.

Think Tank “La Colonna Sonora della Tua Vita
www.crowneplazathinktank.com

Avatar

Written by Redazione

Se l’acqua è un lusso da 10.000 dollari al mese

All’asta una Mercedes-Benz Type S Torpedo del 1928