I santuari della natura indiana

Travel R-Evolution propone un viaggio all’insegna dell’avventura e della scoperta delle backwaters

Travel R-Evolution mostra gli angoli sconosciuti del sud dell’India, attraverso i parchi di Nagarhole, Bandipur e Periyar, parte del Tiger Project fino alle case galleggianti del Kerala passando dalle colline sospese sui fiumi di BR Hills. Un circuito particolare, che coniuga santuari naturalistici alla quintessenza della cultura del sud: le backwaters.

Un tour di 14 giorni e 13 notti capace di soddisfare il desiderio di emozionanti avventure e, al tempo stesso, di garantire la possibilità di entrare in contatto con civiltà e culture tanto lontane dalla nostra, per conoscerle e viverle nella loro pienezza.

Il Wildlife in South India è infatti un gustosissimo cocktail di safari ed esplorazioni di aree incontaminate a bordo di fuoristrada, barche o a dorso d’elefante, capace di appagare i più assetati di avventura e di escursionismo naturalistico. Partendo da Bangalore, la prima mèta è il Nagarhole National Park, dove, nonostante la particolare densità della vegetazione della sua foresta, è possibile avvistare animali quali tigri, leopardi, gaur e dhole, che durante la stagione secca si concentrano in modo massiccio attorno al lago artificiale formato da una diga costruita nel 1974.
La tappa successiva è il BR Hills – Wildlife Sanctuaries, santuario naturale situato tra due fiumi e luogo ideale per gli amanti del birdwatching. Prevista anche un’escursione a piedi sulle colline e, per due notti, la sistemazione in tenda, al K Gudi Camp.
Il tour prosegue verso il Bandipur National Park, uno degli habitat preferiti dagli elefanti indiani, nonché vasta tiger reserve. Il parco accoglie una gamma faunistica unica al mondo, dal macaco al langur, dal sambar al chital e ospita una ricca avifauna, con le sue 250 specie di uccelli, tra i quali il Piccione Verde Imperiale e la Pitta Indiana. L’avventura continua verso il Periyar National Park, con un’intera giornata in barca per osservare gli elefanti indiani da vicino.
Di nuovo in viaggio per Kumarakom, villaggio di pescatori sul lago Vembanad, frammentato in un dedalo di isolotti ricoperti di mangrovie e palme da cocco e, soprattutto, paradiso degli uccelli migratori, quali aironi e siberian stork. Le case galleggiano sull’acqua e i turisti tra loro, a bordo delle backwaters, tipiche imbarcazioni locali sospinte dal monsone, in un affascinante scenario tropicale. Il tour termina con il trasferimento in auto da Kumarakom a Cochin, dal cui aeroporto si può scegliere se tornare a casa, o piuttosto proseguire il proprio viaggio in India a piacere.

www.travelrevolution.com

Avatar

Written by Redazione

Ospitalità di charme e cantina d’eccellenza

Milano Moda Donna: Martino Midali