Il Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci venduto per 450 milioni di dollari: record assoluto nella storia dell’arte

Il Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci batte ogni record: venduto per 450 milioni di dollari

Il Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci ha battuto ogni record durante l’asta organizzata da Christie’s che si è tenuta ieri a New York. Considerata la più grande riscoperta artistica dell’ultimo secolo, l’opera era stata esposta l’ultima volta alla National Gallery di Londra. Il dipinto – raffigurante il Cristo Benedicente – è stata venduta a 450 milioni di dollari (circa 380 milioni di euro), diventando così l’opera d’arte più costosa di sempre.

Dopo i giorni di esposizioni – durante le quali migliaia di americani e turisti hanno affrontato code immense per poterlo ammirare – il Salvator Mundi di Leonardo è stato ora battuto all’asta di Christie’s. Il dipinto – il più caro della storia – ha una storia molto particolare alle sue spalle. Realizzato intorno al 1499 circa, il quadro sembra sia appartenuto dapprima a Carlo I d’Inghilterra per poi sparire e riemergere solo nel 1900: in quell’anno l’opera venne acquistata da un collezionista inglese.

La storia del Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci non finisce però qui. Il dipinto – dopo quest’ultimo acquisto – è ritornato nell’oblio per riemergere di nuovo nel 2005. In quel contesto il quadro si mostrò in pessime condizioni ma, nonostante questo, creò intorno a sé moltissimo interesse nonché un alone di mistero a causa della sua dubbia attribuzione. Nel 2013 venne comunque acquistato da un miliardario russo per 127,5 milioni di dollari.

Photo Credit: Christie’s on Facebook

Rebecca Fassone

Written by Rebecca Fassone

Dove andare in vacanza a novembre e dicembre in Italia: le 10 destinazioni di tendenza secondo TripAdvisor

Ambrogino d’Oro 2017, Milano annuncia i premiati del 7 dicembre: ecco i nomi