Il Salone di Basilea è alle porte

Francesca
17/03/2010

Per i visitatori e gli espositori provenienti da tutto il mondo BaselWorld, il Salone Mondiale dell'Orologeria e della Gioielleria, giunto alla sua 38ma edizione, è senza dubbio uno degli avvenimenti più importanti dell'anno. L'appuntamento è dal 18 al 25 marzo, ovviamente a Basilea

Il Salone di Basilea è alle porte

Al via il 18 marzo 2010

Per i visitatori e gli espositori provenienti da tutto il mondo BaselWorld, il Salone Mondiale dell’Orologeria e della Gioielleria, giunto alla sua 38ma edizione, è senza dubbio uno degli avvenimenti più importanti dell’anno. L’appuntamento è dal 18 al 25 marzo 2010, ovviamente a Basilea, città della svizzera tedesca lontana dai veri centri di produzione dei segnatempo, ma storicamente sede di questo grande e inevitabile appuntamento. Non a caso a Basilea si incontrano i personaggi chiave dell’industria mondiale dell’orologeria e della gioielleria, sia per osservare dal vivo le innovazioni, le novità e le tendenze di circa 2000 marchi, sia per concludere affari di successo.

Quest’anno il Salone Mondiale potrà affermarsi quale centro di competenza del settore – di questo è convinto il Direttore del Salone, Sylvie Ritter -. I nostri espositori non fanno economia per presentarsi a BaselWorld, bensì riducono altre spese a livello mondiale e rinunciano a partecipare ad altre manifestazioni. Per questo possiamo affermare che il nostro Salone è addirittura rafforzato dalla crisi. Numerosi marchi si concentrano sulla partecipazione al Salone Mondiale dell’Orologeria e della Gioielleria di Basilea, poiché soltanto qui incontrano gli operatori più importanti da tutto il mondo“.

Ovviamente grande attesa per le novità che saranno presentate. Da Rolex ad esempio, quasi sicuramente vedremo il nuovo Submariner in acciaio, dopo aver visto negli anni precedenti le versioni in oro e acciaio/oro. Grandi novità anche per Patek Philippe, il cui nuovo movimento cronografo, recentemente montato su un modello femminile, potrebbe arrivare anche nel successore dell’oramai mitico ref. 5070.

L’attesa è forte anche per Chopard e TAG Heuer, ambedue giunte al traguardo dei 150 anni di storia, mentre da Bulgari ci si aspetta una forte scossa alle sue collezioni (e non solo). Novità in arrivo anche per Omega e Breguet, con l’intero Swatch Group sempre più aggressivo sia a livello produttivo che commerciale. Uno spazio importante sarà infine guadagnato anche da Zenith, che finalmente presenterà l’intera offerta del suo nuovo corso… e ne vedremo delle belle.

Paolo Gobbi