Il principino George deriso pubblicamente perché prende lezioni di balletto

La conduttrice Lara Spencer ha riso a crepapelle alla notizia che Il principe George stesse prendendo lezioni di balletto

Lunedì mattina per le strade di Times Square a New York City, 300 ballerini si sono uniti per un corso di danza classica. Il flash dance mob si è riunito in risposta al programma di Good Morning America di giovedì scorso, quando la conduttrice Lara Spencer ha riso a crepapelle alla notizia che il principe George stesse prendendo lezioni di balletto.

La danza è uno sport di genere?

La sua reazione e i commenti sarcastici hanno scioccato e oltraggiato l’intera comunità dance. Con ballerini e grandi compagnie di tutto il mondo diretti ai loro account Instagram per condividere la loro rabbia e delusione per ciò che è stato visto sia come bullismo diretto. Nient’altro che un rafforzamento di stereotipi tossici di genere (il balletto, come tutti gli sport, non è di genere, ndr). «Ero inorridito pensando ai ragazzini che sentivano le risate», ha detto al New York Times il coreografo vincitore dell’Emmy Travis Wall di So You Think You Can Dance. Ma questa è una storia a lieto fine. Mentre il suo tentativo iniziale di scusarsi su Instagram non è stato accettato da molti, Lara Spencer ha trascorso i giorni seguenti a parlare con ballerini maschi su come sistemare le cose.

Praticare danza ti definisce?

Oltre alla classe di danza per le strade, Spencer ha condotto un’intervista onesta e in diretta con Wall e i ballerini professionisti Robbie Fairchild (che interpreta Munkustrap nell’adattamento cinematografico di Cats) e Fabrice Calmels del Joffrey Ballet. Sul giudizio diretto verso gli uomini che scelgono una carriera nel balletto. «Tutti volevamo solo avere una conversazione sul problema in questo paese di cui non abbiamo mai veramente parlato fino ad ora. Ed è molto coraggioso per un ballerino maschio in giovane età prendere la decisione. Specie per il bullismo che ne deriva», ha detto Wall nella stessa intervista con il New York Times. Dopo che l’evento e l’intervista preregistrati sono stati trasmessi, Fairchild ha preso il suo Instagram per condividere i suoi pensieri. «Questa mattina Times Square non potrebbe essere riempita con più amore dalla nostra classe di ballo», ha scritto.

«Ho avuto la fortuna di parlare ieri con @lara.spencer insieme a @traviswall e @fabricecalmels in camera per @goodmorningamerica. Credo che abbiamo guidato questo momento doloroso in una grande conversazione per celebrare la danza e difendere i ragazzi vittime di bullismo. Lara era sincera, piena di lacrime e incredibilmente piena di rimorso. Si scusava per le sue osservazioni e io la perdono e la ringrazio per aver fatto tutto il possibile per rimediare.» Ci vuole molta forza, umiltà e autoriflessione per ammettere che hai fatto un errore. Specialmente quando quell’errore si è verificato così pubblicamente. Ci sono molte persone e marchi che potrebbero imparare dal modo in cui Spencer e Good Morning America hanno affrontato questa situazione.

Kate Middleton vs Meghan Markle: una battaglia a colpi di stile

Avatar

Scritto da Erika Barone

Borse Autunno 2019: i must have per il nostro guardaroba

Deva Cassel: la figlia di Monica Bellucci ancora in vacanza