Il lusso e la moda: rispetto per le persone e l’ambiente

Il rapporto tra moda, lusso e sostenibilità è di grande attualità, soprattutto in Italia

“luxury is a discipline” Karl Lagerfeld

Così il genio di Karl Lagerfeld difendeva la sua visione del mondo. La moda, quella vera, è da sempre affiancata al lusso e per questo destinata a pochi eletti, ma ci siamo mai chiesti quanto i prodotti di fascia alta, siano determinati per la nostra economia?  Il rapporto tra moda, lusso e finanza è di grande attualità, soprattutto in Italia, uno dei paesi leader del fashion. Acquistando oggetti di alta gamma, inoltre, si fa un gesto responsabile ed etico, non il contrario, perché il vero lusso è sostenibile, rispetta le persone e l’ambiente.

Il Sistema Moda Italia

Sappiamo che il mercato del lusso non comprende solo l’abbigliamento. Ci sono alcuni settori in cui il Sistema Moda Italia gode di un ottimo posizionamento, ma anche altri prodotti nei quali aziende italiane primeggiano, come automobili, vini, arredo e design. Per un prodotto che porta l’etichetta Made in Italy, alcuni clienti facoltosi sono disposti a pagare somme elevatissime.

Il lusso aiuta a mettere in pratica uno dei principi del consumatore etico, acquistare focalizzandosi sulla qualità e non sulla quantità: il contrario dell’attuale fenomeno del fast fashion. Comprare meno e in maniera più responsabile è possibile, anche quando si tratta di beni che per essere prodotti hanno inevitabilmente un impatto sull’ambiente. Ma un numero crescente di designer sta dimostrando che lo stile e la sostenibilità non si escludono a vicenda, dedicandosi ad approcci creativi per la creazione di pezzi etici, dall’uso di paillettes realizzate con tappi di bottiglia riciclati alla formazione di partnership con artigiani e fornitori globali. “Meno ma fatto bene” è il motto che la moda sta cercando di prefissarsi da tempo.

Durata

Un prodotto che debba essere utilizzato per una stagione non ha bisogno di essere particolarmente resistente, mentre il prezzo pagato per un bene di lusso si giustifica solo se è ben fatto e duraturo, con l’impiego di materiali pregiati che hanno un minore impatto sull’ambiente. Ricordiamo come nel periodo del Dopoguerra (1947), la casa di moda italiana Gucci lanciò la Bamboo Bag, borsa con manici di canna di bambù, materiale che poteva essere importato dal Giappone senza restrizioni.

Oppure come l’attuale etichetta australiana, fondata da Kit Willow, che si sforza di essere all’avanguardia della moda etica. Pur impegnandosi in tessuti biodegradabili e riciclati, Kitx utilizza anche materiali privi di sostanze chimiche come la seta organica e l’econile, un materiale tessuto dalle reti da pesca dismesse, che lo rende sicuro sia per l’ambiente che per i lavoratori agricoli e che si traduce in alcuni splendidi abiti da sera indossati da numerose celebrità. Allora chi ha detto che il lusso fa male alla società?

Avatar

Written by chiaradinunzio

Sarah Hyland e Wells Adams fidanzati! Quanto costa l'anello della proposta

Sarah Hyland e Wells Adams fidanzati! Quanto costa l’anello della proposta

FaceApp: l’app che invecchia contagia anche le top model