Il Grande Museo del Duomo di Milano

La mostra della settimana
L’albero di Natale allestito in Piazza Duomo a Milano continua a brillare.

Se avete in programma una passaggiata con foto ricordo davanti al maestoso abete, potete cogliere l’occasione per visitare il Grande Museo del Duomo, fresco di riapertura.

Il museo meneghino venne inaugurato nel 1953, a cura dello studioso Ugo Nebbia, ma l’idea della sua realizzazione era già nata nel penultimo decennio dell’Ottocento dall’esigenza di non disperdere e di valorizzare tutto il materiale non in opera sul Duomo, legato alla sua storia e alla sua costruzione.

Nel 1948 la Fabbrica del Duomo aveva ottenuto la concessione da parte del Demanio di Stato di 9 sale situate al piano terreno dell’ala più antica di Palazzo Reale, già dimora visconteo-sforzesca, sistemata dall’architetto Piermarini nella seconda metà del Settecento.

Si ebbe finalmente la sede idonea per ospitare ed esporre le opere da salvaguardare, la cui quantità era notevolmente aumentata dopo i danni inferti dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale.

Il degrado di molte opere d’arte, causato dall’inquinamento atmosferico, e la disponibilità di altro materiale proveniente da magazzini della Fabbrica o dalle sacrestie del Duomo, rese ben presto necessario un maggior spazio espositivo.

Negli anni Sessanta del Novecento il Museo venne ampliato e riaperto con l’aggiunta di altre 10 sale concesse dal Comune di Milano, alcune delle quali di grande prestigio architettonico, completamente riallestite e riordinate dall’architetto Ernesto Brivio secondo un progetto storico- cronologico.

Il Grande Museo del Duomo di Milano

Nel 2013 il Museo, che sorge negli spazi di Palazzo Reale, ha riaperto dopo un ampio intervento di ristrutturazione e riallestimento secondo il progetto dell’architetto Guido Canali.

Il Grande Museo del Duomo di Milano raccoglie nei 2mila metri quadrati di spazio espositivo un enorme patrimonio di cultura e ricchezza artistica dalla sorprendente varietà e di inedita bellezza, quali opere scultoree, pitture, vetrate, arazzi e modelli architettonici che spaziano dal XV secolo alla più sorprendente contemporaneità.

L’inaugurazione del Grande Museo del Duomo di Milano e del riallestimento dell’Archivio della Veneranda Fabbrica ha raccolto la più alta adesione istituzionale: quella del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Un atto significativo, che conferma l’attenzione del Capo dello Stato all’attività della Veneranda Fabbrica e all’impegno dei suoi Grandi Lavori.

Buona visita!

Inaugurazione del Grande Museo del Duomo di Milano

Written by Chiara

Luca Dotto per Emporio Armani

Berlino: il nuovo progetto di Daniel Libeskind