Il Casale di Grimoli: incontro gourmet tra mare e Chianti

Un ristorante incastonato nelle colline del Chianti, nel cuore affascinante della Toscana, tra ulivi e vigneti

Incastonato nelle colline del Chianti, nel cuore affascinante della Toscana, tra ulivi e vigneti, si racconta la storia del ristorante Il Casale di Grimoli. Il ristorante ha già racchiuso nel nome l’indizio geografico che ne svela la posizione esatta: sorge nell’omonima località appartenente al comune di Cavriglia, nella provincia di Arezzo, a breve distanza dallo splendore di Firenze e Siena, affacciato alle porte del territorio del Chianti.

il casale di grimoli

Immerso in un piccolo e grazioso borgo del XIX secolo, Il Casale Di Grimoli è il ristorante gastronomico dell’agriturismo dell’Azienda Agricola Montaio Grimoli, una storia di famiglia lunga quasi un ventennio, durante il quale le specificità eccellenti del territorio chiantigiano sono diventate il fulcro di una produzione autentica: gli ulivi da cui proviene l’Olio Extravergine (premiato come 2° classificato con la produzione 2013 a Parigi -AVPA), l’orto con i seminativi e i frutteti, il bosco, i vigneti da cui nascono i vini che accompagnano l’unicità dei piatti.

il casale di grimoli

Il viaggio gourmet da vivere a Il Casale Di Grimoli è unico come la storia dello chef che ne è l’autore: il giovane talento italiano Giuseppe Lo Presti, classe 1991, che nella vita combina le origini siciliane all’appartenenza di vita toscana e, come fosse un artista, nella sua cucina ricrea quest’armonia biografica attraverso i sapori e gli aromi.

“La mia filosofia è quella di cercare di mantenere il sapore di ogni singolo ingrediente molto naturale unendo due idee di cucina, Toscana e siciliana… Il mio motto è semplicità, tradizione con un tocco di innovazione, il tutto legato all’amore per la cucina”.

La cucina di questo giovane chef celebra la fusione intrigante di mare siciliano e terra chiantigiana, di rispetto saggio della tradizione storica toscana con le sue carni, e di azzardo consapevole verso la predilezione per il pesce come materia prima immancabile, sulla quale lo chef compone piatti con una piccola manciata d’ingredienti sempre genuini, per regalare agli ospiti un viaggio sensoriale semplice ed elegante, intenso e coinvolgente.

il casale di grimoli piatti

Una magia che si compie nell’intimità di una sala dove i posti sono volutamente pochi per dedicare spazio alla cura di ogni dettaglio, ed esaltare ogni sfaccettatura dell’esperienza gastronomica, sublimata dai vini di produzione della casa: il vino Igt  “Conte Di Grimoli” e il vino Chianti Docg “Contessa di Grimoli”, entrambi ottenuti da mischie principalmente di uve Sangiovese e Merlot, lavorate con quelle mani artigiane che padroneggiano e proteggono la tradizione. Il Casale Di Grimoli: qui si assapora il racconto autentico e innovativo di una cucina giovane, fresca ma rispettosa delle tradizioni.

Leggi anche: Il nuovo menu di Aqua Crua a Barbarano Vicentino

Sara Biondi

Scritto da Sara Biondi

Sara Biondi, classe 1982.
Food & Travel Hunter. Giramondo per passione ma soprattutto per lavoro.
Esperta di Comunicazione e Management nei settori Ristorazione e Hotellerie.

Emily Ratajkowski ci mostra il perfetto vestito anti caldo: gli accessori sono importantissimi

Emily Ratajkowski ci mostra il perfetto vestito anti caldo: gli accessori sono importantissimi

Trend beauty estate 2019: le tendenze più belle secondo il web