Il calendario perpetuo

Alle serate Les AmbassadeursIl 18 aprile prossimo l’Espace Connaisseur, il raffinato salotto di Lugano di Les Ambassadeurs, farà da cornice a una serata dedicata alla storia e alla tecnica del calendario perpetuo.

L’evento, uno dei più attesi della serie di incontri che Les Ambassadeurs ha programmato per tutti gli amanti degli orologi di lusso, porterà i presenti a scoprire i segreti di un classico delle complicazioni, in grado di segnare non solo la data, ma anche le fasi lunari e addirittura gli anni bisestili.

Una meccanica raffinata permette che ciò avvenga senza necessità di correzione, almeno fino al 2100, anno che si discosta dal consueto ciclo quadriennale che non sarà bisestile.

Il primo esemplare da polso dotato di calendario perpetuo risale al 1925, quando venne adattato allo scopo un orologio da collo femminile. Victorin Piguet raffinò poi il movimento, proponendo nel 1936 un segnatempo con datario retrogrado, mentre la produzione di serie ha il via ufficialmente nel 1941.

Ancora oggi le più rinomata case di haute horlogerie, quando si cimentano con questa complicazione, pongono grande attenzione a che la visione del calendario sia più chiara possibile e non vada a ostacolare la lettura delle ore.

Si tratta di una sfida non da poco per i designer e maestri orologiai, intenti come sono a coniugare al meglio linee accattivanti, funzionalità e chiarezza.

Ugo Pancani, docente di Micromeccanica ed orologeria all’Istituto Superiore Leonardo da Vinci di Firenze, insieme a un rappresentante della maison Roger Dubuis, si occuperà di guidare gli ospiti alla scoperta di tutti gli aspetti più curiosi e appassionanti del calendario perpetuo, oltre naturalmente a essere disponibile a rispondere a eventuali domande.

Gli incontri del calendario Les Ambassadeurs  per la prima parte del 2012 si concluderanno poi il 23 maggio con un incontro di assoluto interesse dedicato al design del quadrante, forse l’elemento che più di ogni altro contribuisce a esprimere le caratteristiche distintive e la personalità di ogni marchio di orologi.

Written by Redazione

Pasqua 2012 con il FAI

Cucinelli sbarca in Borsa