If you speak fashion…

Il made in Italy negli Usa

If you speak fashion, you speak Italian“: ecco come l’Ice, Istituto nazionale per il Commercio Estero, con il sostegno del Ministero per lo Sviluppo Economico, punta a rilanciare la moda italiana negli Usa.

L’apertura di Milano Moda Donna è stata un’ottima occasione per raccontare a stampa e buyer questo interessante progetto che mira a riportare gli americani a sognare l’Italian Style. La presentazione è stata fatta a Milano alla presenza del Vice Ministro Adolfo Urso, del Presidente di Camera Nazionale della Moda Mario Boselli, di Laura La Corte, Dirigente del Sistema Moda Persona di ICE, e di una nutrita delegazione di buyer Usa capitanati da Kimberly Lucasti, prestigiosa esponente del retail americano.

A sostenere il fashion made in Italy negli Usa la bellezza italiana di Eva Riccobono, immortalata a Roma dal fotografo Alan Gelati nei luoghi-simbolo amati dai consumatori americani. Ecco allora comparire la scalinata di Trinità dei Monti, l’Ara Pacis fino al Fontanone del Gianicolo. Location incantevoli e irripetibili, proprio come il made in Italy.

La campagna pubblicitaria “If you speak fashion, you speak Italian” ha come partner d’eccezione il gruppo editoriale Hearst, che ha garantito una consistente copertura mediatica, e si articola in tre fasi: campagna stampa, sostegno di appuntamenti come Milano Moda Donna e store promotion nella provincia americana, ovvero dove la ripresa avrà inizio.

In questo progetto anche la Camera Nazionale della Moda Italiana ha un ruolo di rilievo, difendendo il made in Italy e lavorando con trasparenza, lealtà e impegno.

Avatar

Written by Francesca

Lorenzo Riva, la cravatta è donna

Il lusso rustico di Brunello Cucinelli