Luxgallery > Viaggi e Vacanze > Itinerari > Idee viaggio, vacanze in Umbria: due percorsi naturalistici da fare assolutamente

Idee viaggio, vacanze in Umbria: due percorsi naturalistici da fare assolutamente

Idee viaggio, vacanze in Umbria: Idee viaggio, vacanze in Umbria: due percorsi naturalistici da fare assolutamente tra Spoleto e Terni

Idee viaggio, vacanze in Umbria: regione meravigliosa, l’Umbria regala ai visitatori gioielli artistico-architettonici, verdi e meravigliosi paesaggi, borghi medievali che trasudano storia e prodotti eno-gastronomiche d’eccellenza. L’Umbria è la terra ideale dove fare interessanti itinerari culturali e lunghe passeggiate, la location perfetta per chi concepisce la vacanza come periodo di relax. L’alternarsi di montagne e pianure rende questa regione uno dei luoghi più belli d’Italia meta ambita da numerosi turisti da tutto il mondo.

monte coscerno

Oasi naturalistica dei Monti Coscerno e Aspra

A chi ama il trekking consigliamo di visitare l’oasi naturalistica dei Monti Coscerno e Aspra. Verde, silenzio, comunione con la natura incontaminata. Questo offre l’oasi che si trova tra la valle del fiume Nera, il fosso Tissino e Spoleto. Qui troverete l’area naturalistica dei Monti Coscerno e Aspra, tra flora e fauna la passeggiata diverrà un piacere per il corpo e per la mente. Una delle particolarità del territorio è data dalle pareti rocciose ricoperte da lecci, alcuni dei quali alti addirittura 400 metri. Camminando scoprirete le immense praterie del Monte Coscerno, decine di ettari di vegetazione spontanea. La fauna del luogo è da considerarsi una delle più ricche di tutto il centro Italia. Qui si trovano specie animali ormai divenute parte della storia stessa del luogo ovvero la coturnice appenninica, l’aquila reale e il lupo. 

Polino percorso naturalistico

Trekking nei dintorni di Polino

La seconda meta che vi consigliamo per fare indimenticabili camminate è l’area circostante Polino, comune vicino Terni. Luogo ideale per escursioni e percorsi in bicicletta: l’itinerario ha inizio a Colle Fergiara, perfetto per delle gite in primavera, quando i colori dei fiori esplodono rendendo un incanto il paesaggio circostante. Da lì si arriva al Salto del Cieco, antica dogana che in passato divideva lo stato pontificio e il regno borbonico. Ivi hanno sede alcuni ruderi. Si arriva a Polino, comune di 250 anime ubicato a circa 830 m di altezza,  in passato feudo della famiglia ternana Castelli che la utilizzò come roccaforte. Il castello, la fontana e la torre Oesina sono i monumenti che caratterizzano il centro storico. Tutt’intorno una cornice verde d’eccezione data dai monti Coscerno e Aspra. Se avete tempo e modo, fate un salto al Colle Bertone, una località arroccata su rocce, intorno alle quali si trovano i resti dei cosiddetti gigli e ricci di mare. La vetta più alta della zona è quella del Monte La Pelosa da cui si può ammirare il panorama tra la Valnerina, l’Appennino centrale, i monti Sibillini, della Laga e del Gran Sasso.

Potrebbe interessarti anche: Idee viaggio, vacanze in Umbria: Spello, il borgo ‘rosa’ e il suo tripudio di fiori