I migliori Champagne da degustare l’ultimo dell’anno: hai già scelto il tuo vino?

Lo champagne è la bevanda celebrativa iconica del mondo. La scelta varia dai grandi classici come il Dom Perignon o il Krug a vini che non ti aspetteresti mai.

Lo champagne è la bevanda celebrativa iconica del mondo. La scelta varia dai grandi classici come il Dom Perignon o il Krug a vini che non ti aspetteresti mai. Viviamo in un’epoca meravigliosa in cui si producono più vini in tutto il mondo che mai.

Andiamo a scoprire quali sono gli champagne e spumanti perfetti per questo Capodanno:

Mosnel Parose Franciacorta

Un bellissimo spumante/ Champagne italiano con un palato di fragola fresca, scorza d’arancia e cremose note di lievito. Il vino ha trascorso 30 mesi sui lieviti per sviluppare complessità e profondità. Una brillante espressione da una delle migliori regioni vinicole italiane.

Champagne per Capodanno: Graham Beck Brut

Champagne

Un classico sudafricano di uno dei migliori produttori di spumanti della regione. Il brut è una miscela di pinot nero e chardonnay con note agrumate vivaci, mela e una trama fine. Un ottimo prezzo, abbastanza abbordabile per mantenere la festa tutta la notte.

Gerard Bertrand Ballerine Etoile Brut Rose

Un esempio a livello mondiale di cosa può essere Cremant de Limoux con un corretto invecchiamento. Al palato mostra note fresche di fragoline di bosco, brioche burrosa, consistenza cremosa, perlage fine, note fresche di agrumi, colore pallido ed elegante nel bicchiere. Dopo la fermentazione, il vino passa 36 mesi sui propri lieviti, il che aiuta a sviluppare quelle note ricche e tostate. È una miscela di chardonnay, chenin e pinot nero.

Juvé & Camps Gran Reserva 2015

Champagne per Capodanno

Un sontuoso cava d’annata realizzato con frutta selezionata coltivata in parcelle premium. Si attesta a soli 5g/l di dosaggio, viene prodotto solo in annate eccezionali e affinato in bottiglia per 42 mesi. Al palato è ricco, con una consistenza cremosa di mousse e note armoniche di pesca e pera. È un vino meravigliosamente complesso da celebrare. Un ottimo Champagne

Lo Champagne per eccellenza: Perrier-Jouët Belle Epoque

Champagne

L’iconica etichetta di ispirazione botanica per questo vino, un’effusione floreale di anemoni bianchi giapponesi, è stata creata per la Maison Perrier-Jouët dal maestro dell’Art Nouveau Emile Gallé nel 1902. Questa annata 2013 evoca lo stessa floreale abbondanza con un vino dal colore dorato brillante con note di mela e pera matura, una sensazione in bocca cremosa con sentori di brioche burrosa e una nota di testa floreale. E quest’anno la casa accoglie una nuova Chef de Cave Séverine Frerson, la loro prima cantiniera donna.

Champagne Moet & Chandon Grand Vintage Rosé, 2013

Moet & Chandon Grand Vintage Rosé

Uno Champagne rosé per i secoli con “fruttato speziato cesellato” ottenuto da un’annata che è stata tardiva, lasciando più tempo allo sviluppo della complessità nelle uve. Il vino è un blend di pinot nero, chardonnay e petite meunier. L’invecchiamento di sette anni gli conferisce note burrose e biscottate e una meravigliosa sensazione in bocca e consistenza. Le note burrose di castagne arrosto e brioche aggiungono peso, cremosità e struttura al palato.

>> Come allestire al meglio la tavola per un Natale in casa e coccolare i vostri ospiti

Written by Ilaria Di Pasqua

Emily in Paris 2:i look più stravaganti e perché questa serie è tanto criticata

Bridgerton 2 a marzo su Netflix: alcune anticipazioni e qualche curiosità sul cast