Hotellerie di lusso, il San Clemente Palace

Parla Michele Zanconato

I viaggiatori più esigenti non cercano in un hotel a cinque stelle solo un luogo in cui semplicemente soggiornare, ma anche un luogo in cui vivere esperienze cariche di emozioni. Per questo si fa strada sempre di più nel mondo dell’hotellerie di lusso, accanto ai servizi di alto livello, la capacità di sapere sorprendere l’ospite e personalizzare l’offerta, che ci si trovi in un modernissimo hotel di design o in una struttura che punta sullo charme tradizionale.

Un esempio di questa tendenza è quello del pluripremiato hotel veneziano San Clemente Palace, che sorge sulla verdissima Isola di San Clemente, di fronte a San Marco, e accoglie gli ospiti nei suoi angoli di pregio, con alta cucina, coccole wellness, shopping esclusivo e servizi di alto livello studiati ad hoc per ogni esigenza.

Membro di The Leading Hotels of the World, unisce lo charme dell’antico mondo veneziano con tutti i comfort del XXI secolo. L’antico convento dei Camaldolesi del ’600, trasformato in un grande Resort di Lusso è caratterizzato dalle suggestive corti all’aperto e da un ampio parco secolare.

La ristrutturazione degli edifici è stata eseguita con il massimo rispetto per il suo patrimonio storico ed artistico e per le bellezze naturali che lo circondano, mantenendo l’atmosfera delle sue antiche origini con affreschi e facciata rinascimentale. Camere e suite sono caratterizzate da diversi temi di arredo e sono ammobiliante e corredate sontuosamente.
Tre sono i ristoranti dislocati nei punti di maggior pregio dell’isola, dove si possono gustare i migliori piatti della più raffinata tradizione gastronomica mediterranea. Non mancano sale per la colazione e bar. Per momenti di relax, due campi da tennis, un Beauty & Wellness Center con palestra attrezzata, una piscina panoramica, un campo da golf Pitch & Putt a 3 buche. Per gli amanti del Made in Italy c’è la Boutique del San Clemente Palace, una sorta di piccola e raffinata passerella della creatività dell’intera penisola. Inoltre, la struttura mette a disposizione una superficie di quasi mille metri quadrati per meeting, eventi e banchetti esclusivi, con una capienza complessiva di 350 persone.

Luxgallery ha chiesto a Michele Zanconato, General Manager di San Clemente Palace Hotel & Resort, di parlare del mondo dell’hotellerie di lusso e della struttura veneziana. Grande la sua esperienza nel campo: è arrivato a Venezia dopo essere stato alla guida del Regina Hotel Baglioni di Roma e dopo aver costruito la sua carriera nelle migliori compagnie internazionali quali Hilton International, Ciga Hotels, Forte Hotels, Turin Hotels International e Baglioni Hotels.

Qual è l’andamento del mercato dell’hotellerie di lusso?
L’andamento del mercato dell’Hotellerie di lusso, nonostante il difficile momento contingente, per i motivi che ben sappiamo e che occupano da qualche settimana tutte le prime pagine dei giornali, mantiene abbastanza bene le sue posizioni come clientela individuale, mentre è leggermente più in sofferenza nel segmento meeting. Questa flessione è iniziata già lo scorso anno, con le nuove regole di Farmindustria che hanno colpito gli hotel 5 stelle, e oggi con la nuova situazione del settore economico-finanziario e politico mondiale. Siamo comunque fiduciosi in una ripresa in tempi vicini per il settore finanziario e bancario, che è uno di quelli con cui lavoriamo maggiormente.

Quali sono le caratteristiche che non devono mancare in un hotel di lusso?
Le caratteristiche sono tante, ma quello che deve fare la differenza, oltre al prodotto ovviamente, è la capacità di saper “Ospitare” , vale a dire unire l’efficienza e la gentilezza, saper comunicare e soprattutto saper ascoltare, per poter offrire all’ospite tutto ciò che un cliente si aspetta da noi. E, quando si può, riuscire ad anticipare, sorprendendolo.

Quali sono le linee strategiche del San Clemente Palace?
Riguardo l’ospitalità, cerchiamo di applicare al meglio quanto anticipato precedentemente, con un lavoro di gruppo e con obiettivi qualitativi misurabili, mentre per la parte commerciale, il percorso tracciato finora ci ha dato risultati superiori alle nostre aspettative. Dobbiamo quindi continuare in questa direzione più decisi che mai, per aumentare maggiormente i volumi.

E quelle della comunicazione?
Punto fondamentale da sempre, ma oggi direi ancor più essenziale. Il nostro gruppo, THI Collection, dispone da molti anni di un ufficio Media Relations & Corporate Image diretto dalla dottoressa Paola Piacenza, e devo dire che i risultati sono visibili e tutte le strutture ne hanno beneficiato. Anche noi seguiamo le linee aziendali di Compagnia stabilite e, in aggiunta, abbiamo spazio per essere propositivi e condividere occasioni e opportunità che di volta in volta si presentano. La nostra struttura, fa parte di “The Leading Hotels of the World”, e anche attraverso il nostro marketing representative, promuoviamo molte attività di public relations. Vorrei cogliere l’occasione per ricordare che proprio alcune delle più prestigiose ed autorevoli testate internazionali nel campo del turismo ci hanno insignito di alcuni importanti riconoscimenti. Uno tra tutti, il Travel+Leisure, che ci ha inserito nel ranking europeo e mondiale.

Internet è importante per la vostra comunicazione?
Internet è un canale in continua crescita ed evoluzione. Proprio per questo anche noi ci siamo dovuti adeguare al nuovo trend e siamo molto attenti a tutte le innovazioni che provengono da esso. Infatti stiamo investendo molto sulle PR on-line, ci siamo avvicinati ai social network, community e blog, che stanno completamente rivoluzionando il modo di comunicare con potenziali clienti.
Alla comunicazione in Internet è legata anche la distribuzione, sia per la maggiore visibilità per la nostra struttura, sia per la  quantificazione delle prenotazioni che derivano da tale canale. Proprio per questo, la nostra società THI Collection ha da poco fatto un restyling del sito, non solo dal punto di vista grafico, ma anche gestionale e di posizionamento nei maggiori motori di ricerca. Collaboriamo altresì anche con i più importanti booking engine presenti nel mercato.

Come si diventa manager di una struttura così importante?
Con una crescita professionale negli anni, in hotel 5 stelle lusso con dimensioni e caratteristiche piuttosto simili, per avere una formazione mirata al tipo d’albergo che un giorno ti piacerebbe dirigere. Tutto questo certamente non è sufficiente; è necessario, durante il percorso formativo, mettere assieme sia una buona conoscenza amministrativa che di sales & marketing, oltre che una forte esperienza operativa di tutti i vari reparti.

Qual è la sua idea del lusso?
Il nostro settore ha vere e giuste aspettative di “ lusso “, per questo  il nostro Cliente deve trovare e avere a disposizione tutto ciò che si aspetta da un 5 stelle lusso; a questo dobbiamo noi saper offrire l’inaspettato, la sorpresa, il valore aggiunto di quanto pagato. Noi ogni giorno siamo sempre alla ricerca del valore aggiunto da offrire ai nostri Ospiti, cosa che comporta un grande sforzo e un’attenzione costante. Lusso, comunque, penso sia avere tutto ciò che si desidera, senza dover chiedere nulla.

http://www.sanclementepalacevenice.com

Written by Redazione

Arriva il Mido Business Forum

Ecco l’Autodromo Internazionale dell’Algarve