Hotel di lusso: intervista a Paul Kerr

Il Joint Managing Director di Small Luxury Hotels of the World ci parla del successo della nota catena di alberghi di usso
Small Luxury Hotels of the World è uno dei più esclusivi marchi in fatto di hotel di lusso, riunendo più di quattrocento alberghi ubicati in oltre sessanta paesi diversi. Nota comune di queste strutture standard elevatissimi che hanno portato il brand ad aggiudicarsi numerosi premi. Vi abbiamo parlato, infatti, di Small Luxury Hotels of the World come Migliore marchio di hotel di lusso in assoluto per il 2007, e di vari riconoscimenti agli hotel affiliati, come il T+L World’s Best Awards 2007.

Il Joint Managing Director Paul Kerr ha parlato a Luxgallery del successo del brand e delle caratteristiche di eccellenza richieste alla strutture alberghiere per entrarne a fare parte.

Slh e i suoi hotel ricevono molti premi. Che caratteristiche deve avere un hotel per far parte di Slh?
SLH è un marchio d’eccellenza, premiato recentemente da prestigiosi riconoscimenti internazionali. Le richieste di membership sono centinaia ogni anno: il processo per entrare a far parte dell’esclusivo network è, tuttavia, particolarmente scrupoloso.
Tra i requisiti richiesti agli hotel che desiderano entrare a far parte di SLH, c’è il fatto di essere alberghi conosciuti tra i migliori della località in cui hanno sede e di adeguare il proprio codice sui sistemi GDS (per SLH è LX). Inoltre, il management deve essere il più qualificato, il servizio all’ospite dev’essere personale, efficiente, rapido e cordiale, pietanze e vini devono essere della miglior qualità, sempre presentati appropriatamente e serviti da mani esperte, l’arredamento deve essere elegante e ben mantenuto, e deve contribuire a creare un’atmosfera confortevole e curata in ogni dettaglio, deve esserci un accesso a Internet e a un servizio email.
Oltre a questo, un team dedicato di specialisti si occupa di scoprire i migliori hotel del mondo e di valutarne attentamente tutte le caratteristiche. Non solo: ogni due anni, tutti gli hotel membri di SLH vengono ispezionati per verificare il rispetto degli standard di qualità garantiti dal marchio SLH.
Infine, è stato da poco rinnovato il sito www.joinslh.com per gli hotel che desiderano entrare a far parte dell’esclusivo consorzio.
Che caratteristiche apprezza la clientela nei vostri hotel?
Il lusso e l’unicità dell’esperienza del soggiorno, i vantaggi offerti dal Club SLH, la cura dell’ospite. Anche la posizione dell’hotel è un elemento determinante. Gli hotel del network hanno in media 55 stanze: questo dato può far capire come SLH sia in grado di offrire un servizio veramente personalizzato.
Il fatto che un hotel SLH sia stato scelto come il migliore del mondo, e che molti altri del nostro network si siano classificati nelle primissime posizioni delle classifiche regionali, testimonia come gli Small Luxury Hotels of the World offrano uno standard di servizi, qualità ed esperienze davvero esemplare.

Quali sono le regioni e gli Stati più frequentati al mondo dal turismo di lusso? L’Italia che ruolo ha in questo?
Abbiamo già parlato del rapporto tra gli italiani e il lusso nell’estate 2007.
Più in generale, dal punto di vista di SLH nel mondo, nel primo semestre 2007 la destinazione preferita dai clienti SLH sono stati gli Stati Uniti, seguiti dalla Gran Bretagna, Francia in terza posizione, Italia in quarta, Spagna in quinta.

Quali sono i vostri progetti futuri in Italia? Avete in programma l’apertura di una sede in Italia?
Ecco le ultime new entry italiane nel network SLH: Park Hotel ai Cappuccini (Gubbio), Hotel de La Ville (Monza), Villa Carlotta (1° SLH in Sicilia), Relais alla Corte del Sole (Castiglione del Lago Perugia), Hotel Relais dell’Orologio (Pisa), Villa Mangiacane, Centurion (Venezia).
SLH conta attualmente 45 hotel in Italia, se si includono le 9 nuove affiliazioni previste per il 2008. Questo dato porta l’Italia in prima posizione in Europa per numero di hotel membri SLH.

Qual è la sua idea di lusso?
Il lusso è la sensazione di sentirsi unici e speciali,

Avatar

Written by Redazione

Morfonauta: un viaggio nelle forme

Emporio Armani apre un e-commerce