Hortus 2012

Dal 21 al 24 giugno all’Orto Botanico di Pavia
Dal 21 giugno prossimo Luxgallery sarà presente a Pavia per Hortus, un festival di gastronomia e botanica ideato dalla Condotta Slow Food di Pavia e realizzato da Venice Events Academy con prestigiosi partner e importanti patrocinii.

Hortus è dedicato alla grande tradizione dell’hortus conclusus, alla presenza millenaria nel Pavese di conventi, monasteri e collegi dotati di pertinenze coltivate a uso domestico. Hortus ha ottenuto il patrocinio della Regione Lombardia, è patrocinato anche dalla Provincia di Pavia, dall’Università degli Studi di Pavia, dal Comune di Pavia e dall’Almo Collegio Borromeo. Il Comune di Pavia ha voluto inserire Hortus nel prestigioso calendario della Festa del Ticino.

Il festival che si svolge nel centro storico Pavia e vedrà per la prima volta riunite tre realtà secolari, notissime e apprezzate a livello nazionale e internazionale: l’Orto Botanico dell’Università di Pavia, un palazzo tardobarocco con un parco pieno di tesori botanici inestimabili fra cui un platano di 45 metri, l’Almo Collegio Borromeo che possiede un giardino rinascimentale: la sua antica area degli Orti Borromaici è oggi un grande polmone verde davanti al Ticino dove ci si può fermare nel raffinato Punto di ristoro “Gli Orti”.

La realizzazione di Hortus sarà resa possibile dal lavoro dei volontari della Confraternita del Risotto, dell’associazione dei sommelier Fisar Pavia e dell’Associazione Amici dell’Orto Botanico.

Hortus 2012

Nella prima giornata, venerdì tenuti corsi universitari accreditati per gli studenti universitari dei corsi Scienze Naturali e Cim, nell’ambito dei rispettivi tirocini formativi. Dopo l’inaugurazione a inviti di giovedì 21, da venerdì 22 a domenica 24 giugno, il pubblico potrà entrare come socio sostenitore pagando una quota associativa di 10 euro. Potrà così essere invitato – a scelta – a Happy Hortus, una degustazione guidata di vini con l’associazione dei sommelier Fisar o a una degustazione di risotto ai fiori e ortaggi con la Confraternita del Risotto.

Nei quattro giorni del festival si terranno all’Orto Botanico, al Collegio Borromeo e al Ristoro “Gli Orti” oltre 50 eventi tra lezioni universitarie accreditate, laboratori, visite guidate, degustazioni, cocktail, corsi e seminari, momenti culinari.
Molti laboratori per sono gratuiti, alcuni sono riservati ai tesserati premium e condotti da esperti di ogni settore, dalla cucina all’orticoltura, dalla profumeria allo styling. Sandra Mandaglio terrà laboratori di disegno non stop per bambini nel Padiglione Parco.

Giovedì 21 giugno alle ore 17 si terrà l’apertura del festival con la lectio del Direttore dell’Orto Botanico prof. Francesco Sartori, le relazioni dei vertici di Slow Food e le autorità cittadine nell’Aula Magna dell’Orto Botanico.

Ospite d’onore il critico gastronomico Davide Oltolini. Saranno inaugurate le 3 mostre permanenti: “L’Orto di Carta”, le collezioni di Angelo Godino, “L’Orto di Carosello” e “Iconografia botanica, i tesori dell’Orto Botanico di Pavia” a cura della Biblioteca dell’Orto Botanico, diretta da Francesca Cattaneo. L’evento sarà allietato dalle verdure scolpite in diretta dal prof. Della Casa e da un cocktail a inviti.

Venerdi 22 giugno inizieranno a funzionare i laboratori per bambini e si terrà una giornata dedicata ai agli addetti ai lavori con visite alla Banca del Seme, masterclass per sommelier e un Convegno dal titolo “Orti civici a Pavia e nel territorio padano” presieduto dal vicesindaco di Pavia Gian Marco Centinaio. Una delle relazioni più interessanti sarà quella dell’architetto Claudio Cristofani che gestisce 130 orti a Milano.

Da venerdì a domenica Hortus propone all’Orto Botanico 5 visite al giorno guidate a cura dell’Associazione Amici dell’Orto Botanico, presieduta da Anna Maria Pellegrini Savarino, con il suo staff di esperti di piante e di coltivazioni.

Tra i momenti più conviviali di Hortus, gli aperitivi Happy Hortus con degustazioni guidate di vini e spumanti con i sommelier di Fisar Pavia, presieduta da Roberto Pace e di risotto con la Confraternita del Risotto presieduta da Pietro Bolognesi.

Il Punto di Ristoro “Gli Orti” sul Ticino aprirà il giardino e i suggestivi ambienti venerdì 23 giugno a chi sceglierà di gustare il light lunch Hortus ( a 10 euro, prenotazione obbligatoria) o l’Hortus Slow, dinner serale nell’area ristorazione più suggestiva della città, di fronte al Ticino (menù a 35 euro, prenotazione obbligatoria).

Da venerdì a domenica 24 all’Orto Botanico si terrà anche un fashion contest very glamour a tema vegetal-floreale: in fondo al parco, di fronte al centenario Platano di Scopoli (250 anni di vita) si terrà “Models for a day” un set fotografico di moda organizzato da Venice Events Academy.  Il laboratorio di portamento è a cura della top model brasiliana Sarajo Mariotti, volto notissimo di Versace, Pinko e Ermanno Scervino. Le immagini realizzate saranno sottoposte a Francesca Zottola, vicedirettore di Luxgallery, che selezionerà e pubblicherà le migliori sul nostro sito. Dai 12 ai 62 anni, tutti potranno farsi vestire con abiti sportivi e vintage e potranno farsi fotografare sul set di moda, per partecipare alla proclamazione dei top models dalla prestigiosa giuria che si riunirà domenica 24 giugno alle ore 18.

Tra gli ospiti d’onore di Hortus, scrittori di fantasy e di cucina: Fabio Ivan Pigola terrà venerdì un corso di scrittura scientifica nell’aula Padiglione, nel parco. La scrittrice Daniela Folco terrà un corso di scrittura narrativa e un divertente laboratorio per bambini. Presenterà le storie di Vladimiro, il vampiro ambientalista seguito da un mostruoso aperitivo per bambini.
Sempre sabato 23 giugno Augusto Gentili presenterà il volume “La cucina ritrovata” a cura di Andrea Guolo, direttore del sito “Il mangione”, edito da Morellini Editore. La scrittrice Ina Ghisolfi presenterà domenica pomeriggio 24 giugno, nel cortile centrale dell’Orto Botanico, la sua ultima fatica “Per un pugno di riso”, con le ricette e le tradizioni delle cascine pavesi.

Sabato 23 giugno sarà protagonista L’Almo Collegio Borromeo: monumento straordinario, che prosegue la sua mission formativa di alto livello, conservando nel suo perimentro veri e propri tesori: il palazzo costruito tra ‘500 e ‘600, il giardino all’italiana e la grande area dell’hortus. Oggi non è più coltivato ma ospita un grande polmone verde di fronte al Ticino, un delizioso parco privato con il Punto di Ristoro “Gli Orti”, gestito dalla famiglia Scevola, che possiede altre realtà agrituristiche notissime nel territorio.
Il Collegio Borromeo apre di rado per visite: la Sala degli Affreschi sarà visibile – al pubblico di Hortus e non – sabato 23 giugno al pomeriggio, in occasione di una prestigiosa Masterclass di violoncello con Franz Helmerson. Sarà possibile visitare il Collegio Borromeo anche domenica 24 giugno dalle 15 alle 17.30 per ammirare alcuni magnifici ambienti: il cortile monumentale, la cappella e lo splendido giardino rinascimentale.

Domenica 24 giugno proseguiranno visite, laboratori, degustazioni. Sarà aperto ai visitatori di Hortus il Punto di Ristoro “Gli Orti” che proporrà ancora un lunch con prodotti dei propri orti a 10 euro. Per la sera sarà invece creato un menù Slow con protagonisti i prodotti dei Presidi Slow Food della provincia di Pavia.
Hortus
chiuderà i battenti nel tardo pomeriggio di domenica con “Hat & Hortus”, aperitivo en tete che si terrà nel Cortile centrale dell’Orto Botanico. Dress code: abbigliamento floreale o frutti e fiori tra i capelli.

Katia Ferri Melzi d’Eril

Avatar

Written by Francesca

Crema solare bambini, le migliori del 2012

Condizionatori di lusso