Casa Honda presenta Legend

La nuova versione dell’ammiraglia giapponese dal 23 settembre in tutte le concessionarie

Giunta alla quarta generazione, la nuova versione dell’ammiraglia di Honda è stata lanciata sul mercato con il tradizionale ‘porte aperte’ sabato 23 settembre. Un mix di lusso, comfort e sicurezza, che, nello stile della casa giapponese, ridefinisce gli standard del segmento posizionandola sempre al top della categoria in fatto di tecnologia.

Il modello accoglie i passeggeri in un ambiente raffinato in cui una combinazione di lusso elegante e design pulito crea un ambiente in armonia con il carattere sportivo di questa vettura. I sedili ergonomici hanno rivestimenti in pelle, sono regolabili in otto modalità differenti ed è possibile raffreddarli, oltre che riscaldarli. Il quadro strumenti ha la base in legno d’acero, mentre la consolle centrale contenente i comandi di climatizzazione, impianto audio e navigatore con sistema i-pilot, presenta una finitura metallica satinata che conferisce un aspetto più tecnologico. Il sistema di navigazione è provvisto di uno schermo touch screen e comandi vocali.
I tre concetti chiave su cui si è basata l’ideazione di Legend sono quindi: stile distintivo, performance esaltanti di guida e manovrabilità d’eccellenza. Per queste ragioni, non stupisce che Legend sia stata nominata Car of the year 2004-2005 per il Giappone, e abbia vinto il premio Most Advanced Technology, sempre nel Paese del sol Levante.

I servizi di serie sono notevoli e comprendono il pacchetto Platinum Legend: garanzia di 5 anni o 200.000 km, programma di manutenzione ordinaria per 5 anni e assistenza stradale Platinum.

Caratteristiche tecniche

Un aspetto particolarmente interessante di questa berlina è il sistema di trazione integrale SH-AWD (Super Handling All-Wheel Drive). Il sistema distribuisce in maniera diversa la potenza sulle ruote anteriori e posteriori, destra e sinistra, per garantire la massima tenuta di strada. Questo sistema aumenta la velocità di rotazione della ruota posteriore esterna durante la sterzata veloce, per consentire al veicolo di affrontare la curva con maggiore facilità.

E’ stata particolarmente curata l’insonorizzazione dell’abitacolo. Infatti, materiali isolanti all’avanguardia garantiscono una barriera acustica tra l’interno di Legend e la strada. In più è fornito il sistema di annullamento attivo della rumorosità ANC (Active Noise Cancellation), che neutralizza i rumori a bassa frequenza. Legend è più alta di 20 mm e più larga di 35 mm, ma più corta di 38 mm rispetto al modello precedente. Ciò nonostante, l’abitacolo per i passeggeri è più spazioso.

La sicurezza è garantita dal sistema ACC (Adaptive Cruise Control), il controllo adattativo della velocità e dal Collision Mitigation Brake System (CMBS), progettato per allertare il guidatore in caso di impatto imminente nonché per ridurre, grazie all’induzione automatica della frenata, la gravità dell’impatto se questo dovesse risultare inevitabile. L’occhio del sistema è un trasmettitore di onde radar montato sotto la griglia frontale di Legend. Non appena individua un veicolo o un qualsiasi ostacolo per la guida, ne calcola subito la distanza e la velocità di avvicinamento ed interviene con segnali acustici e visivi per ridurre il possibile impatto.

Per migliorare la visibilità su strade tortuose Legend presenta il sistema di illuminazione anteriore attiva AFS (Active Front lighting System) che penetra all’interno della curva grazie a proiettori in grado di ruotare di ben venti gradi per illuminarne ogni angolo.

Cuore pulsante di Legend è un SOHC VTEC V6 3.5, capace di erogare 295 CV a 6200 giri/minuto. E’ interamente in alluminio, e consente di raggiungere 0/100 Km/h in 7,3 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 250 Km/h. L’alta efficienza del motore riduce vibrazioni e consumo e di conseguenza anche le emissioni, tra le più basse della categoria. Il cambio è automatico a 5 rapporti, ma è possibile inserire la modalità manuale per il piacere di guida.

Avatar

Written by Redazione

Trekking? Andiamo in Australia

Terminata la MBA’s Cup