Haute Couture estate 2013, capelli e make up

Dall’effetto nude allo smoky più eccessivoSi sa nell’haute couture non sono contemplate le mezze misure.

Ciò è confermato anche dal make up e dalle acconciature viste sulle passerelle parigine dedicate all’alta moda per la primavera estate 2013: se da un lato si sono visti look acqua e sapone, dall’altro, forti e caricaturali.

Fanno parte della prima categoria due maison italiane di primo piano.

Romantiche trecce e trucco effetto nude per la haute couture della prossima estate di Valentino: le modelle hanno sfilato nel giardino incantato pensato da Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli con delicati chignon caratterizzati da una riga centrale e da piccole trecce sui lati chiuse sulla nuca. Sul viso look fresco e naturale con un accenno di mascara sugli occhi e di gloss sulle labbra.

Stessa scelta per Giambattista Valli, che ha puntato su un make up dalle nuance neutre e delicate e su capelli lasciati al naturale, sciolti con la riga in mezzo o raccolti in una semplice coda per enfatizzare i cerchietti importanti dal mood barocco.

Chanel e Atelier Versace, invece, hanno optato per un trucco e parrucco più marcato.

Karl Lagerfeld ha portato sulla passerella, trasformata per l’occasione in un bosco incantato e gotico, una fata leggiadra ma misteriosa con occhi neri di piume e pizzo.

Lo smoky eye, creato da Peter Philips con prodotti Chanel, è più teatrale e pronunciato che mai in netto contrasto con l’incarnato quasi nude e le labbra nella nuance delicata del rosa.

Il look è completato da un raccolto cotonato, che richiama nello stile al gotico ottocentesco dell’ispirazione della collezione, impreziosito da ferma capelli di piume.

Atelier Versace ha inaugurato la kermesse parigina con la sua sfilata dal look futuristico.

I capelli tirati indietro effetto bagnato sottolineano ancor di più il viso e il make up creato da Pat McGrath: spazio a smoky eyes caratterizzati da un dettaglio fluo per allungare lo sguardo sia nella parte esterna dell’occhio, sia all’interno, mentre le labbra sono illuminate da un lipstick.

“Donatella era davvero ossessionata dal verde lime evidenziatore che è presente nelle scarpe e nei vestiti della collezione–  ha spiegato la McGrath così abbiamo aggiunto solo una piccola striscia di eyeliner all’esterno degli occhi e un po’ sugli angoli interni”.

L’hairstylist Guido Palau ha descritto l’acconciatura come l’insieme di “due texture contrastanti”: sulla parte superiore della chioma con l’utilizzo del gel Redken Hardware 16, è stata creata la parte “couture”, mentre sul retro è stato lasciato l’elemento “naturale” con il Redken dry shampoo.

Written by Monica

Giuseppe Bitti, Top Manager 2012

Beauty in Vogue Night 2013